PREMIER LI, NO A ECCESSIVA FLUTTUAZIONI SUI MERCATI DOPO BREXIT

(AGI) Pechino, 28 giu. - Le conseguenze della Brexit tornano apreoccupare il primo ministro cinese, Li Keqiang, in questigiorni impegnato nell'edizione del World Economic Forum aTianjin. Ai dirigenti cinesi presenti all'appuntamento che sie' concluso oggi, Li Keqiang ha spiegato che Il mercato deicapitali cinesi assistera' inevitabilmente a fluttuazioni nelbreve termine ma dobbiamo rimanere in guardia da enormi saliteo discese" e che la vittoria del "Leave" al referendumbritannico ha gia' avuto ricadute sui mercati internazionali eche tutto il mondo dovrebbe lavorare per ridurre il panico suimercati e mantenere la stabilita'.� Gia' ieri, all'inizio deldiscorso di apertura del forum, Li Keqiang aveva manifestato lepreoccupazioni cinese per le "nuove incertezze" all'economiaglobale a causa della scelta di settimana scorsa degli elettoribritannici, ma la Brexit spaventa gia' adesso le imprese cinesiche hanno investito in Gran Bretagna. Secondo quanto dichiaratoal quotidiano The Guardian da Richard Branson, il patron dellaVirgin, gli imprenditori cinesi si stanno gia' preparando alasciare il Regno Unito. "Mi sono incontrato ieri mattina conun gruppo di uomini d'affari cinesi che hanno investitomassicciamente in Inghilterra - ha detto Branson - e che orasmetteranno di investire e ritireranno gli investimenti chehanno gia' fatto". (AGI).