POLITICA MONETARIA FRENA CRESCITA DEI PRESTITI

Pechino, 11 gen. - La crescita dei prestiti bancari in Cinadovrebbe continuare a rallentare nel 2011 insiemeall'inasprimento della regolamentazione in materia di politicamonetaria da parte del governo, specialmente per quantoriguarda i mutui. La notizia arriva da un rapporto rilasciatoda Bank of Communications (BOC), istituto con base a Shanghai,dal quale emerge tuttavia che la somma totale rimarra' grandedal momento che la domanda di credito nell'economia realecontinua a essere costante. Il rapporto prevede inoltre che iprestiti col nuovo yuan si attesteranno quest'anno tra i 7trilioni di yuan (1,06 trilioni di dollari) e i 7,5 trilioni diyuan. La crescita di crediti in sospeso in Renminbi siattestera' tra il 14,5% e il 16% rispetto a un aumento del 19,9percento registrato nel 2010. Secondo i dati rilasciati dallabanca centrale, lo scorso anno le banche cinesi hanno concessoprestiti per 7,95 trilioni di yuan, al di sotto dei 9,6trilioni di yuan concessi nel 2009 ma ancora al di sopra deltetto fissato dal governo di 7,5 trilioni di yuan. .