PIU' POTERE AI RESIDENTI RURALI

Pechino, 25 ott.- Il massimo organo legislativo cinese hacominciato a discutere alcuni emendamenti della bozza di leggepensata per dare ai residenti rurali maggiore voce in capitolonelle questioni pubbliche dei villaggi. Gli emendamenti allaLegge Organica dei Comitati di villaggio, che dara' agliabitanti delle zone rurali maggiori poteri per destituire imembri del comitato di villaggio e di convocare delle riunioniper decidere delle questioni locali, e' stata sottoposta alComitato Permanente dell'Assemblea nazionale del popolo per laterza lettura. Ci si aspetta che gli emendamenti sianoapprovati durante l'attuale sessione bimensile che ha avutoinizio lunedi' 25 ottobre. Essi permetteranno ai residenti nonpresenti nel villaggio durante le elezioni di "votare perprocura", delegando il voto a un parente. Sono molti, infatti,coloro che si spostano dalle campagne in citta' per cercarelavoro. Gli emendamenti alla legge, rivisti una prima volta neldicembre 2009, hanno riguardato 900 milioni di residenti ruralie si focalizzano sulle procedure democratiche e sulle proceduredi elezione e destituzione dei membri dei comitati divillaggio. In Cina ci sono attualmente oltre 2 milioni divillaggi e 604mila comitati di villaggio, dei quali il 95%hanno tenuto dal 1998 - quando la legge e' entrata in vigore -ad oggi elezioni dirette per sette volte. -