PIL 2010 + 10% SECONDO HSBC

Hong Kong, 19 apr. - La Hong Kong & Shanghai BankingCorporation (HSBC), in seguito alla ripresa delle esportazioni,ha aggiornato le previsioni di crescita del PIL cinese per il2010 calcolando un +10% contro il 9,5% stimato a gennaio. InCina, secondo il rapporto trimestrale rilasciato da HSBC AsianEconomic Research, la crescita si sta mantenendo forte e quellarelativa al PIL, che ha raggiunto il 10,7% nel trimestreprecedente, in questi tre mesi ha raggiunto dopo due anni un+11,9%. La crescita della produzione industriale in Cina e'salita al 19,6% nel primo trimestre 2010, grazie soprattutto auna forte domanda interna e a una rapida quanto inaspettataripresa delle esportazioni. E' proprio il settore dell'exportche, secondo il rapporto, potrebbe risollevare la produzioneindustriale e creare nuovi posti di lavoro, sostenendo cosi' unpiu' rapido rialzo dei salari e, di conseguenza, un aumento deiconsumi. Si prevede che l'indice dei prezzi al consumo (CPI),il principale indicatore di inflazione, possa raggiungere entrofine anno quota 3,1% salendo del 2,6% rispetto alle stime fattein precedenza. I dati resi noti la scorsa settimanadall'Istituto nazionale di statistica mostrano che la domandainterna e' attualmente molto forte, le vendite al dettaglio,infatti, sono aumentate del 17,9% su base annua, mentre gliinvestimenti a tasso fisso sono arrivati al 25,6%. Inoltre, leesportazioni relative al primo trimestre 2010 sono saltate al28,7%, raggiungendo i 23 miliardi di euro. Sul fronte politico,il rapporto della HSBC ha sottolineato che i dati del primotrimestre di quest'anno sembravano suggerire dei passi piu'decisivi verso il rilassamento degli stimoli fiscali sui nuoviprogetti infrastrutturali e un inasprimento del controllo sulcredito per contenere il rischio di speculazioni. -