Piccolo è bello (e molto redditizio)

Bombardier, il costruttore canadese di aerei "regionali", prevede che nel prossimo ventennio la domanda mondiale di aerei nella fascia dei 100-149 posti sarà di 6.300 velivoli, per un valore totale di 250 miliardi di dollari. Di questo segmento di mercato Bombardier vuole aggiudicarsi almeno la metà con la sua nuova famiglia di aerei CSeries, formata da due modelli, il CS100 (da 100-125 posti, secondo la configurazione) e il CS300 (120-149 posti). Monteranno un nuovo motore Pratt & Whitney che promette notevoli efficienze e potrebbero entrare in servizio già nel 2013. Alenia fornirà deriva e stabilizzatori, mentre la sezione centrale della fusoliera sarà realizzata in Cina.
Con la CSeries, Bombardier risponde al successo della famiglia di aerei regionali E-Jets da 80-120 posti di Embraer (Brasile) e s'inserisce con un nuovo prodotto in una fascia di mercato un po' trascurata da Airbus e Boeing col rinvio dei successori delle famiglie A320 (Airbus) e 737 (Boeing), che le compagnie di linea chiedevano d'introdurre verso il 2015.
Bisognerà vedere quale risposta darà Embraer, oggi penalizzata dalla crisi mondiale con un calo degli ordini di E-Jets e degli executive. È probabile che la casa brasiliana, che ha ridotto i ritmi produttivi e in aprile aveva un portafoglio ordini di circa 350 E-Jet (l'equivalente di tre anni di produzione), prima di sviluppare nuovi modelli preferisca migliorare gli E-190/195 (gli E-Jet più interessati alla competizione di Bombardier), in attesa di vedere sia i nuovi assetti del settore dopo la crisi di quest'anno, sia la linea che seguiranno Airbus e Boeing.
Certo, Bombardier ed Embraer sono in una fascia di mercato (100-150 posti) assai redditizia e interessante, ma anche con alcune incognite. Da un lato è possibile che Airbus e Boeing spostino al di là della linea dei 150 posti i loro interessi (compresi i futuri narrowbody), lasciando loro nuovo spazio. Dall'altro, essi dovranno fare i conti con una piccola schiera di "nuovi entranti", per ora nella fascia intorno a 100 posti, di cui non si possono sottovalutare la capacità tecnologica, la disponibilità di mezzi, il sostegno politico nazionale e la volontà d'inserirsi nell'industria aeronautica globale per far poi crescere il proprio ruolo.
Il primo è il russo Sukhoi col suo bi-reattore da 100 posti Sukhoi SuperJet SSJ-100, i cui due primi prototipi dovrebbero volare quanto prima. Alenia Aeronautica è partner del progetto avendo acquisito il 25% più 1 azione di Sukhoi Civil Aircraft Corp, che si occupa della progettazione, sviluppo e produzione del l'SSJ-100. Alenia ha anche il 51% di Super Jet International (Sukhoi Holding ha il restante 49%) con sede a Venezia.
Il secondo è la nipponica Mitsubishi, col suo Mitsubishi Regional Jet (Mrj) in due versioni, da 70-80 e 86-96 posti (e forse una terza da 110 posti), il cui primo volo è previsto per il 2011. Avrà il nuovo motore americano Pratt & Whitney scelto anche da Bombardier per la CSeries e punta soprattutto al mercato americano.
Il terzo, infine, è il cinese ARJ21-700, un piccolo bi-reattore da 70-90 posti, con motori americani di General Electric, che entrerà in servizio (salvo ritardi) nel 2010 e ricorda molto il vecchio DC-9, quindi non dà l'idea di una grande modernità e forse sarà venduto solo in Cina. Ma è probabilmente solo un primo passo. La Cina ha anche in progetto un narrowbody da 150 posti e, verso la fine del prossimo decennio, potrebbe produrre un widebody da 250. La Cina prende l'industria aerospaziale con grande serietà e molte ambizioni. Nei prossimi vent'anni sarà anche il secondo mercato a livello mondiale per gli aerei commerciali, con una domanda prevista di oltre 3.000 nuovi aerei. Ha realizzato anche l'MA600, un nuovo bi-turboelica regionale che in una futura versione da 70 posti (MA700) potrebbe entrare in gara col Dash 8 di Bombardier e, soprattutto, con l'ATR72-500 realizzato in joint-venture da Alenia ed Eads. Gli ATR-42 e -72 hanno circa il 50% del loro segmento di mercato e hanno finora totalizzato un migliaio di ordini.
G. S. F.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


SETTORE ATTRAENTE

19
Modelli
Tipologia di aerei attualmente in costruzione con meno di 150 posti
6
Modelli
Tipologia di aerei con meno di 100 posti attualmente in fase di pre-produzione
8
Produttori
Imprese che realizzano aerei fino a 100 posti
116
Miliardi di dollari
Valore stimato della produzione mondiale di aerei regionali nel decennio 2008-17

15/06/2009