PIAZZA LIU XIAOBO A WASHINGTON "UNA FARSA"

di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 26 giu.- La decisione di rinominare la piazza dove sorge l'ambasciata cinese a Washington come piazza Liu Xiaobo è una "completa farsa" secondo il governo cinese, che accusa gli Stati Uniti di utilizzare i "cosiddetti diritti umani e il caso Liu Xiaobo per un sensazionalismo senza significato". Ideatore del manifesto Charta 08, in cui chiedeva l'apertura in Cina alla democrazia, Liu è stato condannato nel 2008 a undici anni di carcere con l'accusa di tentata sovversione, e nel 2010 è stato insignito del premio Nobel per la Pace. Nel caso di un cambio di nome, l'ambasciata cinese a Washington si troverebbe all'indirizzo "1, Liu Xiaobo Plaza". La possibilità che il cambio di nome avvenga è reale, dopo che martedì scorso lo House Appropriations Committee ha votato a favore, un primo passo verso il nuovo indirizzo della sede diplomatica cinese negli Stati Uniti.

La polemica tra Cina e Stati Uniti si trascina da diverse settimane. Era cominciata prima dell'anniversario della strage di piazza Tian'anmen, il 4 giugno scorso, che commemora le vittime del movimento studentesco pro-democratico del 1989 represso dall'intervento dell'esercito. Ad avanzare la proposta di una piazza dedicata all'attivista premio Nobel per la Pace nel 2010 era stato un membro repubblicano del Congresso dello Stato della Virginia, Frank Wolf, spesso critico nei confronti della Cina, che aveva commentato la scelta come "un piccolo sforzo che darà senza dubbio speranza al popolo cinese e ricorderà agli oppressori che si trovano dalla parte sbagliata della storia".

Le divisioni tra Cina e Usa sui diritti umani sono state al centro anche di un discorso tenuto dall'ambasciatore statunitense in Cina, Max Baucus, proprio a poca distanza dal commento del Ministero degli Esteri di Pechino alla possibilità di un cambio di nome alla piazza dove sorge l'ambasciata cinese a Washington. Durante un pranzo con una comunità di imprenditori americani, Baucus ha fatto riferimento, per la prima volta da quando è stato nominato ambasciatore a inizio 2014, agli arresti di "molte voci moderate" che si sono schierate "pacificamente" in nome del "buon governo, dei dritti delle minoranze etniche e dello stato di diritto".

L'iter per il cambio di nome della strada dove sorge l'ambasciata cinese - che oggi si trova al 3505 International Place - è però ancora lungo. Mancano le approvazioni della Camera dei Rappresentanti  e del Senato, il cui sostegno all'iniziativa è ancora in forse, secondo fonti di Washington. Le autorità della capitale degli Stati Uniti si sarebbero dette d'accordo nel cambio di nome. Non sarebbe la prima volta che Washington utilizza questo tipo di escamotage per fare pressioni sul governo di un altro Paese. Negli anni Ottanta, la via dove si trovava l'ambasciata sovietica era stata rinominata in onore del dissidente Andrei Sakharov. Anche la Cina aveva operato in passato un cambio di nome a una via, quella dove sorgeva l'ambasciata sovietica a Pechino. Nel 1966, ricorda su Weibo un appassionato di storia cinese, al culmine della Rivoluzione Culturale, era stato scelto il nome "via anti-revisionismo" per indicare la distanza ideologica tra le due capitali comuniste.

 

26 giugno 2014

 

ALTRI ARTICOLI:


CINA VUOLE UNA BANCA REGIONALE PER L'ASIA PACIFICO ENTRO IL 2015  

 

CCTV, IN ONDA IMMAGINI INEDITE ATTACCO TIAN'ANMEN  

 

BANCA CENTRALE: RISCHIO DEFAULT IN ALCUNI SETTORI

 

CAMBI: USA A CINA, LIBERALIZZARE LO YUAN

 

HONG KONG RISPONDE AL GLOBAL TIMES, NESSUN CONFRONTO CON I CINESI

 

SPAGNA ARCHIVIA ACCUSE A JIANG, PECHINO "BENE"

 

GOVERNO: MATTEO RENZI INCONTRA MENG JIANZHI

 

Intervista a Paolo De Troia TESTI DI LETTERATURA CINESE  SCELTI E TRADOTTI DA BERTUCCIOLI

 

INTERVISTA A DAVIDE CUCINO, LA CINA CHE HO VISSUTO ALLA CAMERA 

 

XINJIANG, 380 ARRESTI NEL PRIMO MESE DI CAMPAGNA ANTI TERRORISMO  

 

REFERENDUM A HONG KONG, CINA: "UNA FARSA"  

 

HSBC: MANIFATTURIERO TORNA IN ESPSANSIONE

 

PEOPLE'S DAILY: PIU' REGOLE PER CONSUMO DI CARNE DI CANE  

 

ENI FIRMA CONTRATTO CON CNOOC PER ESPLORAZIONE MAR CINESE DEL SUD   

 

CINA, ACCORDI PER 3,4 MILIARDI DI EURO CON LA GRECIA

 

PALAZZO STROZZI, PASSAPORTO A LEONARDO DA VINCI

 

IRAQ, I GIGANTI DEL GREGGIO CINESE SI PREPARANO A EVACUARE

 

SANZIONATI 8 GIORNALI PER FALSE NOTIZIE MONDIALI: SCOMMESSE PER 88 MLN DI EURO IN CINA

 

CNPC-GAZPROM: AD AGOSTO VIA AI LAVORI PER LA CONDOTTA

 

LI E CAMERON FIRMANO ACCORDO COMMERCIALE DA 17 MILIARDI

 

A 90 ANNI MUORE SEGREGATA DAI FIGLI

 

CHEN GUANBIAO OFFRE A MILLE POVERI PRANZO A CENTRAL PARK

 

DEBITO CORPORATE CINA SUPERA QUELLO USA

 

ALIBABA SVELA PROSPETTO PER IPO A WAL STREET

 

A PECHINO IN BUONA SALUTE FINO A 58 ANNI

 

PLA: SOLDATI PIU' GRASSI, BASSI E SCHIZOFRENICI, MA DIPLOMATI

 

MONDIALI, TRE MORTI PER NOTTI INSONNI 

 

ATTACCO 2013 A PIAZZA TIAN'ANMEN, 3 CONDANNE A MORTE

 

PBOC ESTENDE TAGLI REQUISITI DI RISERVA OBBLIGATORIA

 

OLTRE 300 BIMBI INTOSSICATI, CHIUDE FABBRICA CHIMICA

 

LI A LONDRA, RAGGIUNGEREMO OBIETTIVO CRESCITA 7,5%

 

PECHINO, NUOVE MISURE PER LA CRESCITA
RIPARTONO DA INFRASTRUTTURE

 

GUANGDONG, 3MILA IN MANETTE IN 4 MESI PER PROSTITUZIONE

 

EXPO: PADIGLIONE CINESE 4.590MQ ISPIRATI ALL'ARMONIA

 

CINA AL SECONDO POSTO AL MONDO PER OBESITA'

 

TUTTI GLI ACCORDI FIRMATI DURANTE LA VISITA DEL PREMIER

 

RENZI, RECUPERARE POSIZIONI E APRIRSI A INVESTIMENTI

 

SIGLATA CON ALIBABA COLLABORAZIONE STRATEGICA

 

DAL BRAZUCA AI PANNELLI SOLARI, LA CINA "CONQUISTA IL MONDIALE"

 

RENZI RIMONTA A PECHINO, «ITALIA CORRA DI PIU'»

 

L'ITALIA FORSE CAMBIA VERSO IN CINA

 

RENZI IN CINA: "ITALIA CORRA DI PIU', CON PECHINO DA PAROLE A FATTI"

 

DI GIOVANNI: AGENZIE BALUARDO "AFFIDABILITA'" MEDIA

 

HONG KONG CONTRO REVISIONE "UN PAESE, DUE SISTEMI"

 

DA ENEL A FINMECCANICA,FIRMATI ACCORDI CON AZIENDE CINESI

 

WORKSHOP EURASIA

ITALIA GUARDA A ORIENTE PER IL BUSINESS

 

PECHINO E VATICANO IN TRATTATIVE PER RIPRESA DIALOGO

 

CINA-VIETNAM: PECHINO DIFENDE PIATTAFORMA ISOLE CONTESE

 

WANG YI IN INDIA, FOCUS SU ENERGIA ED ECONOMIA

 

RENZI: AL VIA MISSIONE IN ASIA, DOMANI IN CINA

 

BANCA MONDIALE CRESCITA CINESE IN REGOLA

Fmi rivede stime al ribasso

 

CINA RESPINGE RAPPORTO SU DIFESA PENTAGONO

 

TIAN'ANMEN: ARTISTA GUO JIAN SARA' ESPULSO IN AUSTRALIA

 

LA CINA E I CULTI VIOLENTI

 

CALCIO: 50% GUANZHOU COMPRATO DA ALIBABA

 

4 GIUGNO, PECHINO RISPONDE A USA "CRITICHE IMMOTIVATE"

 

XINJIANG, 29 FERMI OPERAZIONE ANTI-TERRORISMO

 

TIAN'ANMEN: 25 ANNI FA LA STRAGE, PECHINO BLINDATA

 

DALAI LAMA E USA: CINA FACCIA CONTI CON TIAN'ANMEN


25MO TIAN'ANMEN: SEI SETTIMANE DI REPRESSIONE

 

MASINI: TROPPO PRESTO PER RIVISITAZIONE SUL 4 GIUGNO

 

TIAN'ANMEN 25 ANNI DOPO, BEJA: IL 4 GIUGNO

E LE PAURE DEL PARTITO

 

@ Riproduzione riservata