PETROLIO: VIETNAM, CINA TENGA PIATTAFORME FUORI DA NOSTRE ACQUE

Hanoi, 17 lug. - Il ministero degli Esteri vietnamita hachiesto alla Cina di non far sconfinare piattaforme petrolifereentro le acque territoriali di Hanoi, dopo che una piattaformadella compagnia petrolifera Cnpc ha effettuato operazioni diperforazione vicino le isole Paracel, oggetto di contesaterritoriale tra i due paesi asiatici, nel Mar della Cinameridionale. Lo scorso 2 maggio, ha affermato in una nota ilportavoce del ministero, Le Hai Binh, la piattaforma Shiyou-981e un gran numero di navi di scorta, incluse alcuni imbarcazionimilitari, hanno violato la zona economica esclusiva e lapiattaforma continentale del Vietnam. La piattaforma, haaggiunto il portavoce, era stata situata a circa 130 miglianautiche dalla costa vietnamita. Le imbarcazioni cinesi, haaggiunto il portavoce, avrebbero circondato e intenzionalmentecolpito le navi della guardia costiera vietnamita e peschereccidi sorveglianza, colpendoli con un cannone caricato ad acqua adalta pressione. Un peschereccio sarebbe stato affondato ealcuni funzionari costieri vietnamiti sarebbero rimasti feriti."Le operazioni della piattaforma e delle navi di scortanell'area negli scorsi due mesi sono illegali e infrangono lenorme internazionali, compresa la Convenzione Marittima Onu del1982", ha dichiarato Binh, "il Vietnam desidera raggiungere unasoluzione pacifica delle dispute e dei conflitti nel Mar Cinesemeridionale sulla base della legge internazionale". Ilportavoce ha quindi chiesto alla Cina di rispettare lasovranita' del Vietnam e la sua giurisdizione nella zonaeconomica esclusiva e nella sua piattaforma continentale e haribadito la risolutezza di Hanoi nel difendere la suasovranita'. Secondo l'Alto Comando della Guardia Costieravietnamita, lo scorso 15 luglio alle 9:03 la piattaforma sistava muovendo verso Nord Est in direzione delle isole cinesidi Hainan. Alle 6:20 del giorno successivo, la struttura erastata vista invece a 41 miglia nautiche dalla sua posizione a163 miglia nautiche a sud est delle isole Hainan. La Cnpc haannunciato, da parte sua, di aver completato lo scorso 15luglio le operazioni di perforazione e esplorazione al largodelle isole Paracel e di aver riportato la piattaforma pressole isole Hainan. Pechino rivendica la sovranita' del 90% delMar Cinese meridionale, un'area ricca di idrocarburi sullaquale reclamano i loro diritti, oltre al Vietnam, ancheFilippine, Malesia, Brunei e Taiwan. .