PETROLIO: ULTERIORE AUMENTO DELLA PRODUZIONE

Pechino, 23 mar. - L'industria petrolifera cinese aumentera' dialtri 30 milioni di tonnellate la capacita' di produzione dipetrolio, visti i risultati dello scorso anno. Questo e' quantoe' emerso durante la quindicesima edizione della conferenzainternazionale sul GPL (gas di petrolio liquefatto) tenutasi aQingdao. Gia' nel 2009, grazie all'apertura di nuove raffinerie(come quelle realizzate in Guangdong, Fujian e Xinjiang daparte di CNOOC e di PetroChina), la capacita' produttiva e'aumentata di oltre 30 milioni di tonnellate e per quest'anno siprevede un ulteriore incremento. Nel periodo 2009-2010, e'stato stimato un aumento della capacita' produttiva annuale dicirca il 10%, con un incremento produttivo totale di 70 milionidi tonnellate, anche se la domanda interna di petrolioraffinato e' aumentata negli ultimi due anni di soli 4 puntipercentuali, con il superamento dell'offerta sulla domanda. Ilsurplus produttivo dovra' percio' essere assorbito negli annifuturi. Si stima che nel 2010 la capacita' di raffinazioneraggiungera' quota 430 milioni di tonnellate l'anno. I dueterzi del petrolio raffinato prodotto verranno distribuiti trala Cina meridionale e la Cina orientale. Secondo la AIE(Agenzia Internazionale dell'Energia), fino al 2014 verrannoprodotti in tutto il mondo 7,6 milioni di barili al giornograzie all'incremento della capacita' di raffinamento globale.La Cina e altri paesi asiatici saranno pero' i maggioriartefici di questo incremento, con due terzi della produzione. .