PECHINO, MERCATO AUTO ANCORA FIACCO

Pechino, 27 gen. - Una moderata ripercussione si profila nelmercato automobilistico di Pechino dopo che il programma dilotteria delle targhe ha emesso mercoledi' la prima serie dellapropria quota a 17.600 acquirenti. Gli osservatori sostengonoche i rivenditori dovranno ancora aspettare per vedere salirerealmente le vendite. Nella giornata di giovedi', comunque, levendite sono state basse per i rivenditori della capitalePechino, all'indomani della prima lotteria mai condotta primadi targhe automobilistiche. L'iniziativa e' stata pensata perlimitare gli acquisti di veicoli e ridurre il problema deltraffico. Pochi sono stati i visitatori della concessionariaGuanqi Honda, nel distretto di Chaoyang, secondo quanto dettoda un membro dello staff che ha voluto rimanere anonimo. "Iclienti adesso hanno atteggiamenti diversi, chiedono maggiorisconti, anche se chiamano soltanto per avere informazioni", hadetto l'impiegato sottolineando che la competizione tra irivenditori e' diventata piu' forte dopo la notizia delprogramma della lotteria alla fine dello scorso anno. Il piano prevede che la municipalita' di Pechino concedanuove immatricolazioni solo per 240mila veicoli quest'anno,rispetto alle oltre 800mila vendute l'anno scorso. Dopol'annuncio, i rivenditori di auto sono stati presi d'assaltoalla fine del 2010, le persone hanno comprato quante piu' autopossibili oppure hanno firmato contratti di vendita prima cheprendesse il via la nuova politica restrittiva. I nuoviacquirenti devono invece ottenere la targa attraverso lalotteria, che si svolge il ventisei di ogni mese, prima diprocedere all'acquisto. Anche nel complesso di rivendita autopiu' grande di Pechino, il mercato di automobili Yayuncun, sisono visti pochi visitatori giovedi'. Guo Yong, direttoredell'ufficio informazioni del mercato, ha detto che quelli acui sono state garantite le targhe con la lotteria dimercoledi' non avevano fretta di acquistare automobili, inquanto hanno sei mesi di tempo prima che la quota scada."Questi potenziali acquirenti con i soldi in mano stanno ancorarimuginando su quale auto comprare", ha detto Guo, aggiungendoche il mercato auto di Pechino e' ancora in una situazioneanormale dovuta all'introduzione di questa nuova politica e civorra' del tempo prima che ritorni alla normalita'. Altri esperti del settore sono invece piu' ottimisti. LuoLei, vice segretario generale dell'Associazione dei rivenditoricinesi, ha detto che le vendite di nuovi veicoli a Pechinostanno per raggiungere la quota massima di circa 500milaquest'anno, alcune auto saranno vendute ad acquirenti fuoriPechino, mentre altre saranno acquistate da per sostituirevecchie auto. La lotteria delle targhe non riguarda infatti iproprietari di auto che vogliono sostituire la vecchiaautomobile. .