NUOVI AIUTI STATALI PER LA "MIGRAZIONE ECOLOGICA" DEL GANSU

Lanzhou, 6 mag. - Nel 2010 il progetto per risolvere ilproblema della poverta' nel Gansu continuera' ad avvalersidegli aiuti di stato che investira' circa 36 milioni di europer sostenere il trasferimento di 63 mila 650 poveri di 56distretti della regione. I fondi serviranno principalmente perfinanziare la costruzione di abitazioni e servizi idrici per imigranti. La Commissione nazionale per lo Sviluppo e le Riformeha gia' inviato i fondi budgetari messi a disposizione dalgoverno centrale che, oltre alla rilocazione dei residenti,saranno destinati anche alla prevenzione dei disastri naturalie alla "migrazione ecologica" (politica governativa cinese ditrasferimento di grandi masse di popolazione per il recupero diecosistemi danneggiati, ndt) . Il budget per il programma dirilocazione arrivera' a circa 38 milioni di euro, grazie ai 2milioni 300 mila euro di fondi integrativi forniti dallaprovincia. Le risorse cosi' accumulate saranno impiegateprincipalmente per il ripristino della produttivita' e deiservizi primari. La ricostruzione riguardera' alloggi, colturedi base, sistema idrico, vie di comunicazione rurali nonche'servizi igienici, culturali e scolastici. Dal lancio di questoprogetto pilota nel 2001, il Gansu ha gia' accumulato circa 247milioni di euro di fondi speciali grazie al supporto dellostato e oltre 490 mila abitanti di 76 distretti caratterizzatida bassissime condizioni di vita sono stati gia' trasferiti conottimi risultati rispetto agli obiettivi fissati persconfiggere la poverta' e generare ricchezza. .