NASCE LA PRIMA ZONA ECONOMICA OCEANICA

Pechino, 18 feb. - La Cina lancia la prima zona economicaoceanica nella provincia costiera dello Shandong con la firmadi un pacchetto di accordi che includono 23 programmi per ilvalore di 255 miliardi di yuan (28,3 miliardi di euro). Secondoquanto dichiarato da Fen Yunliang, a capo dell'ufficiocostruzioni della Zona Economica Blu della penisola delloShandong (Shandong Peninsula Blue Economic Zone), i programmiriguardano la tecnologia agricola, le nuove energie, lalogistica internazionale, il turismo e la cultura. Nei pianianche un progetto congiunto tra il governo della citta' diWendeng (Shandong) e Shiwei Co., Ltd, societa' con base a HongKong, per fare delle isole davanti alla citta' una nuova metaturistica. La prima fase del progetto costera' intorno ai 5miliardi di yuan (556,4 milioni di euro). La provincia delloShandong ha anche siglato accordi di cooperazione strategicacon 12 banche - inclusa Industrial and Commercial Bank of China(ICBC) - e sei compagnie assicurative per sostenere i costi dicostruzione della zona economica. La Zona Economica Blu delloShandong e' una delle tre zone economiche oceaniche regionaliapprovate dal Consiglio di Stato lo scorso aprile come areepilota per lo sviluppo dell'economia marittima cinese. Quelladello Shandong comprende tutte le acque davanti alla provincia,per un'area di 159.500 chilometri quadrati, piu' altri 64milachilometri quadrati di terra che includono sei citta' e duedistretti costieri. Il 4 gennaio il Consiglio di Stato haapprovato il piano di sviluppo della zona economicaincludendolo nella strategia di sviluppo nazionale. .