MISURE ANTI-DUMPING SUI POLLI USA

Pechino, 5 feb. - A partire dal 13 febbraio la Cina imporra'dazi anti-dumping sulle importazioni di carne avicolaproveniente dagli Stati Uniti. I dazi doganali varieranno dal43,1% al 80,5% per le aziende che sono ricorse in appello,mentre per quelle che non si sono appellate i dazi doganaliraggiungeranno il 105,4%. Una misura promossa dal Ministerodegli Esteri cinese per contrastare la vendita sottocosto diparti di pollo considerate scarti sul mercato americano. "Lezampe e le ali di pollo non vengono consumate negli Stati Unitie allora le mandano in Cina, dove sono considerate unaprelibatezza, vendendole sottocosto e danneggiando i produttorilocali". E' quanto ha dichiarato Wang Xiulin, presidentedell'associazione cinese degli avicoltori. Questi provvedimentiassicureranno maggiore sicurezza al mercato cinese, gia' alleprese con l'inflazione del mercato ortofrutticolo. .