MARINO INCONTRA IMPRENDITORI CINESI IN CAMPIDOGLIO

Roma, 17 ott. - Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha accolto in Campidoglio una delegazione del China Entrepreneur Club (Cec) in visita in Italia e in Germania, accompagnato dagli ex presidenti del Consiglio Enrico Letta e dal suo omologo finlandese Esko Aho. L'incontro, organizzato dalla European House Ambrosetti e introdotto da Valerio De Molli, si svolge a porte chiuse nella Sala delle bandiere in Campidoglio e ha l'obiettivo di rafforzare e intensificare le relazioni commerciali e la fiducia tra le imprese europee e asiatiche. La delegazione cinese, guidata dal presidente del China Entrepreneur Club Ma Weihua, rappresenta la maggiore associazione di imprese della Cina, e annovera tra i suoi iscritti 31 tra i piu' influenti imprenditori ed economisti.


Le aziende iscritte al Cec costituiscono una parte rilevante del Pil nazionale cinese, con 47 di esse che nel 2013 hanno fatto registrare un giro d'affari pari a oltre duemila miliardi. "L'Europa - ha sottolineato Weihua nel suo intervento - rappresenta il principale partner commerciale della Cina. Dobbiamo adoperarci, insieme, per migliorare gli scambi e le opportunita' di sviluppo. Dobbiamo - ha aggiunto - conoscerci meglio e non temerci gli uni con gli altri. Le aziende cinesi stanno investendo molto nelle loro produzioni, per puntare non soltanto alla quantita' ma anche alla qualita'. Anche nell'ottica di non esaurire le risorse naturali", ha quindi concluso. "Siamo qui - ha detto il sindaco di Roma nel suo saluto di benvenuto - anche per trovare insieme la strada per crescere insieme. Sappiamo che la Cina sta investendo molto nelle nuove generazioni, e che sta coltivando un'economia con una vocazione spiccata verso l'internazionalizzazione.

 

E' dunque indispensabile poter stabilire una relazione di mutua collaborazione e scambio di opportunita' a livello nazionale ed Europeo. L'Unione, come ben sanno sia Letta che Aho, ha la volonta' e la necessita' di continuare a puntare sull'innovazione per disegnare il proprio futuro. E in questo senso deve fare uno sforzo maggiore per far comprendere appieno i suoi obiettivi ai propri cittadini". Gli imprenditori cinesi avranno nei prossimi giorni incontri con le imprese a tradizione familiare piu' importanti d'Italia, oltre che con i vertici delle principali istituzioni.

 

17 OTTOBRE 2015

 

@Riproduzione riservata