Lo yuan tocca i minimi da sei anni sul dollaro

Pechino, 10 ott. - Lo yuan tocca i valori minimi da sei anni sul dollaro nel corso della seduta di oggi, alla riapertura delle Borse cinesi dopo la settimana di festività per l'anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese. La People's Bank of China ha fissato oggi la parità del renminbi, altro nome della valuta cinese, sul biglietto verde a quota 6,7008, in calo di 230 punti base rispetto all'ultima apertura, e per la prima volta dal luglio scorso al di sotto della soglia psicologica di 6,7 sul dollaro. Lo yuan aveva chiuso a quota 6,6745 il 30 settembre scorso, ultimo giorno di contrattazioni prima della pausa.


Per gli analisti, il deprezzamento della valuta cinese era prevedibile, soprattutto dopo l'inclusione del renminbi nel paniere dei diritti Speciali di Prelievo del Fondo Monetario Internazionale, effettivo a partire dall'inizio di ottobre. Nel corso della seduta, lo yuan si è deprezzato fino a quota 6,7051 sul dollaro, al tasso di cambio più basso da settembre 2010, prima di riprendersi e risalire a quota 6,7020. La banca centrale aveva annunciato venerdì scorso un nuovo calo di 19 miliardi di dollari nelle riserve in valuta estera a settembre, oggi a quota 3166 miliardi di dollari, dopo il calo record di agosto per sostenere la valuta cinese, quando le riserve forex erano scese ai minimi dal 2011.

 

e.b.

 

10 OTTOBRE 2016

 

@Riproduzione riservata