LA PASSIONE PER LA COSMESI ESCE DALLE METROPOLI

Pechino, 8 sett. - Elizabeth Arden Inc., grande colossoamericano di cosmetica, sta diffondendo i suoi prodotti per ilmake up e per la cura della pelle nelle citta' cinesi di mediagrandezza. La sfida appare difficile per un duplice motivo: leentrate dei cittadini di queste citta' non sono alte comequelle di Pechino o Shanghai e l'influenza delle mode etendenze occidentali e' piu' debole Elizabeth Arden (E.A.) fapero' risapere che la casa cosmetica e' fiduciosa, ha gia'dislocato le sue sedi in 77 citta' ed ha aperto 150 centri dibellezza, i quali molto probabilmente diventeranno 200 entro il2010. Poiche' la Cina impone sui prodotti E.A. (dal costo di800 yuan) una quota aggiuntiva pari al 10% per le tasseordinarie e il 17% per le tasse sul valore aggiunto, molticinesi preferiscono fare spesa al duty-free degli aeroportiesteri o di Hong Kong. Smith Chi- Hsin Chen, presidente diElizabeth Arden Greater China, riferisce che il fenomeno nonsembra preoccupare la compagnia sicura, invece, della capacita'dei venditori di Hong Kong di educare il consumatore base allacura della propria pelle. Secondo il report "Il mercato deicosmetici e articoli di bellezza in Cina" quello dei cosmeticie' un settore in continua espansione tanto da prevedere unacrescita del 12,5 % annuo nel lasso di tempo che va dal 2008 al2012. La casa cosmetica americana sembrerebbe confermare questosviluppo in quanto, considerando che si e' affacciata almercato cinese solo nel 2005, la sua crescita, avvenuta inbreve tempo, appare ancora piu' impressionante.