LA CINA SFIDA IL BLU RAY SONY

Pechino, 12 agosto - La Cina lancia la sua sfida nel campo dell'alta definizione: sta arrivando il China Blue High Definition Disc (CBHD), la risposta di Pechino al Blu Ray, la tecnologia brevettata dalla casa giapponese Sony. Il Blu Ray aveva sconfitto un altro rivale giapponese, l'High Definition DVD della Toshiba; ma secondo gli esperti l'arrivo del concorrente cinese costituisce una seria minaccia per il monopolio del mercato. La casa cinematografica Warner Bros. ha dichiarato che intende adottare al più presto il formato in America, e altre case americane sono interessate al prodotto.
Le potenzialità di questo formato sono infatti già evidenti, dopo che ha conquistato in breve tempo il mercato interno: lanciato in Cina due mesi fa, la tecnologia CBHD, che sfrutta lettori dvd molto più economici di quelli che servono per leggere un disco DVD Blu Ray, è già tre volte più diffusa rispetto a quella giapponese. Inoltre i dischi costano appena 50 yuan (poco meno di 5 euro), un quarto rispetto ai dischi Blu Ray.
Atul Goyal, analista tecnologico della CLSA Asia-Pacific Markets (uno dei maggiori gruppi indipendenti che offrono servizi finanziari nel panorama asiatico e mondiale), come altri esperti internazionali, credeva che la "guerra del formato" si fosse conclusa, ma adesso ha dichiarato che secondo lui i grandi studi americani adotteranno presto questo formato, cercando di sfruttare l'occasione per affermarsi nel vasto mercato interno cinese e nei mercati vicini, come quello di Hong Kong, dove la tecnologia è già disponibile.
La decisione del Governo di progettare e sostenere lo sviluppo di questo software è nata dal tentativo di affermare il made in China anche nell'innovazione tecnologica e dalla necessità di proteggere la neonata industria elettronica cinese dai costi dei diritti dei vari brevetti tecnologici; nasce così l'idea e la necessità di sfidare la supremazia del Blu Ray.
Dalla prospettiva delle varie case di distribuzione americane la diffusione di un formato di alta qualità ma dai costi decisamente ridotti potrebbe neutralizzare efficacemente i danni subiti dalle vendite a causa della pirateria.
Alcuni analisti credono che la tecnologia CBHD sarà solo un palliativo per un industria ormai morente, che sarà sostituita dal download; altri invece credono potrebbe resistere per un'altra decina di anni.