LA CINA PUNTA SUL TURISMO

Nanning, 25 gen. - Il turismo cinese nel 2010 aumentera' del12%, facendo entrare nelle casse dello stato circa 148 miliardidi euro e offrendo nuovi posti di lavoro a 500 mila persone. E'quanto dichiarato Shao Qiwei, direttore dell'Amministrazione diStato per il turismo, durante la conferenza dedicata al settoretenutasi in questi giorni a Nanning. Gli obiettivi fissatidall'amministrazione statale prevedono che circa 2 milioni dicinesi viaggino all'interno del paese, facendo registrare unacrescita del 13% e favorendo entrate per 118 miliardi di euro.I turisti stranieri attesi quest'anno saranno invece 132milioni, il 5% in piu' rispetto allo scorso anno; le entrate invaluta estera si stimano intorno ai 43 miliardi di dollari(circa 30 miliardi di euro), piu' dell'8% rispetto al 2009; icinesi che viaggeranno all'estero saranno invece 51 milioni, il7% in piu' del totale registrato l'anno scorso. Shao Qiwei haaggiunto che tutti i settori legati al turismo avranno a chefare con i tre grandi mercati del settore (turismo interno,turismo in entrata e turismo in uscita) e dovranno cambiare ilmodello di sviluppo a partire da quello relativo al turismointerno. Questo grande piano di riforma del settore vedra'coinvolte diverse regioni e citta' selezionatedall'amministrazione stessa. Shao ha inoltre dichiarato chequest'anno il Dragone incentivera' i consumi interni,promuovendo un programma per i cittadini che vorranno viaggiarein vacanza e nel tempo libero. -