La Cina libera il dissidente Weiwei

L'artista e dissidente cinese Ai Weiwei (nella foto) è stato rilasciato ieri dopo oltre due mesi di prigione per un'accusa di evasione fiscale. Ai Weiwei - che ha progettato il "Nido d'uccello", lo stadio di Pechino inaugurato con le Olimpiadi del 2008 - ha versato una cauzione, ha dovuto confessare l'evasione, e dovrà ripagare le tasse contestate. «Sto bene, sono libero ma non posso parlare», ha detto l'artista, 53 anni, al telefono ai giornalisti della Bild e del New York Times.

23/06/2011