Kirghizistan: esplosione ad ambasciata cinese

di Eugenio Buzzetti

 


Pechino, 30 ago. - E' di un morto e tre feriti il primo bilancio di un'esplosione avvenuta nella mattina di oggi all'Ambasciata cinese a Bishkek, in Kirghizistan. Secondo le prime ricostruzioni fornite dal governo kirghiso, un'auto è esplosa vicino alla sede diplomatica cinese: l'autista è rimasto ucciso, mentre altre tre persone sono rimaste ferite.

Secondo i media locali kirghisi, il veicolo, al volante del quale si sarebbe trovato un attentatore suicida, si sarebbe schiantato contro un cancello dell'Ambasciata cinese prima di esplodere, ferendo diverse persone che lavoravano nella sede diplomatica. L'esplosione, scrive l'agenzia stampa kirghisa, Kabar, si sarebbe sentita nell'arco di chilometri.


Cina: shock e forte condanna per attentato ad ambasciata in Kirghizistan

Pechino, 30 ago. - La Cina è "profondamente scioccata" per l'attentato all'Ambasciata cinese in Kirghizistan, ed esprime "forte condanna" per il gesto. E' il commento del Ministero degli Esteri di Pechino, dopo l'esplosione avvenuta oggi all'interno dell'ambasciata cinese di Bishkek, in seguito allo schianto di un'auto con un uomo a bordo contro uno dei cancelli di ingresso alla sede diplomatica cinese nel Paese centro-asiatico. L'auto avrebbe poi percorso ancora alcuni metri dopo l'impatto prima di esplodere nei pressi della residenza dell'ambasciatore cinese in Kirghizistan.

La Cina è in contatto con il governo kirghiso per chiarimenti riguardo all'esplosione, ha spiegato la portavoce del Ministero degli Esteri, Hua Chunying, che secondo quanto scrivono i media kirghisi sarebbe stata compiuta da un attentatore suicida al volante dell'auto, una Nissan Delica. Nell'attentato è rimasto ucciso l'uomo al volante dell'auto e altre tre persone sono rimaste ferite. Il vice primo ministro kirghiso, Janish Razakov, e le forze dell'ordine locali hanno definito il gesto "un atto terroristico". L'esplosione è stata percepita anche a diversi chilometri di distanza e immagini diffuse on line mostrano il fumo sollevarsi dall'ambasciata visibile in lontananza.

 

30 AGOSTO 2016

 

ALTRI ARTICOLI


G20: RENZI, IN VISTA BILATERALE CON XI A MARGINE

Misure di sicurezza e "ferie forzate" ad Hangzhou


TERREMOTO: EX KICKBOXER CINESE DONERA' 10MILA YUAN


AL VIA A PECHINO CORSO PER AMBASCIATORI VINO ITALIANO

 

LA CINA NON E' IL GIAPPONE

 

@Riproduzione riservata