Iveco in Cina con un altro impianto

Fiat cresce in Cina con Iveco, i veicoli commerciali del Lingotto. Iveco e i suoi partner cinesi, la Saico e la Chongqing Heavy, hanno inaugurato ieri il nuovo stabilimento della joint-venture a Chongqing.
Alla cerimonia erano presenti tra gli altri l'Ambasciatore italiano in Cina Riccardo Sessa e il vicepresidente di Iveco Oscar Groet. «Per l'azienda – ha commentato Franco Amadei, presidente della Fiat Cina – si tratta di un nuovo passo nella strategia di penetrazione del mercato che sta portando avanti con successo in Cina, dove è il principale costruttore straniero di veicoli commerciali».
Per l'ambasciatore Sessa l'apertura del nuovo stabilimento «è un segno della vitalità» delle imprese italiane in Cina e del «rapporto di fiducia degli imprenditori italiani verso la Cina e viceversa, anche alla luce dei segnali positivi che nonostante la crisi internazionale vengono dall'economia cinese, tra l'altro nel settore dell'auto». Lo stabilimento produrrà 40mila veicoli l'anno e conta 1.500 dipendenti che saliranno a 2.800 quando l'impianto lavorerà a regime pieno.

17/04/2009