ISOLE CONTESE: WANG A KERRY, USA SI TENGANO FUORI DA DISPUTA

Di Eugenio Buzzetti



Pechino, 7 lug. - L'arbitrato sulle dispute di sovranità nel Mare Cinese è una farsa e la Cina chiede agli Stati Uniti di non prendere posizione nella vicenda. E' il messaggio del ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, che nelle scorse ore ha parlato al telefono con il segretario di Stato Usa, John Kerry, a pochi giorni dall'atteso verdetto del Tribunale Arbitrale Internazionale dell'Aia sulla richiesta di arbitrato presentata dalle Filippine nel 2013 riguardo alle dispute di sovranità nel Mare Cinese Meridionale.

Wang ha ribadito la difesa della sovranità cinese del proprio territorio nazionale e dei "diritti marittimi legittimi" della Cina e ha chiesto agli Stati Uniti di "parlare e agire con cautela e non intraprendere azioni che possano danneggiare la sovranità e gli interessi di sicurezza" della Cina. "La farsa del tribunale per l'arbitrato deve giungere a una fine", ha dichiarato il ministro degli Esteri cinese. Nella telefonata i capi delle due diplomazie hanno poi parlato dei rapporti bilaterali tra Pechino e Washington che vengono definiti da Wang come "generalmente sulla strada giusta".

Il verdetto del tribunale dell'Aia è atteso per il 12 luglio prossimo. La Cina ha più volte ribadito la propria completa opposizione al ricorso delle Filippine, e giudica l'arbitrato "una farsa politica", come da giorni scrivono i media ufficiali, perché per Pechino il giudizio dei giudici dell'Aia travalicherebbe la giurisdizione dello stesso tribunale. Pechino, ha ribadito Wang nella telefonata con Kerry, rimane impegnata nella risoluzione pacifica delle dispute tramite i negoziati bilaterali con i Paesi coinvolti.

 

 

07 LUGLIO 2016

 

ALTRI ARTICOLI

 

XI JINPING A TSIPRAS, FARE DEL PIREO
IL PIU' GRANDE PORTO DEL MEDITERRANEO

 

ALIBABA ENTRA NELL'AUTOMOTIVE CON ROEWE Rx5

 

YUAN AI MINIMI SUL DOLLARO DA DICEMBRE 2010

 

BANGLADESH: SOSTEGNO XI DOPO LA STRAGE

 

CHINA DAILY
MILAN, SETTIMANA PROSSIMA ACCORDO E PRIMI 100 MILIONI

 

FINCANTIERI: PRIMI NEL CRUISE, ORA AGGREDIRE MERCATO INTERNO

 

SERVIZI AI MASSIMI DA UNDICI MESI A GIUGNO

 

NUOVO METODO DI CALCOLO PIL , 130 MILIARDI IN PIU' NEL 2015

 

VOGLIA DI CROCIERA PER UN MILIONE DI
CINESI, SORPASSO SUGLI USA ENTRO 2030

 

ISOLE CONTESE: AL VIA ESERCIZI NAVALI CINESI, PECHINO CRITICA L'AIA

 

ERGASTOLO PER LING JIHUA, EX BRACCIO DESTRO HU JINTAO


 

@Riproduzione riservata