INVERNO DIFFICILE PER I CINESI COLPITI DA CALAMITA'

Pechino, 18 nov. - Oltre 81 milioni di cinesi che vivono nellearee colpite da disastri naturali avranno bisogno di cibodurante la stagione invernale e primaverile, lo rende noto inun comunicato il ministero degli Affari civili. Quest'anno ilnumero delle persone rimaste coinvolte in disastri ambientalie' salito del 25% in piu' rispetto alla medie degli ultimi 20anni. Oltre agli alimenti, nelle aree calamitate circa 20milioni di persone hanno anche bisogno di vestiti eriscaldamento. Le autorita' affermano che il 2010 si e'rivelato essere "uno dei piu' disastrosi" per il Paese degliultimi vent'anni, secondo soltanto al 2008, quando undevastante terremoto ha colpito Wenchuan e ha causato la mortee la scomparsa di 87mila persone, ferendone circa 370mila. Ilministro della Terra e delle risorse Xu Shaoshi ha affermatoche circa 2mila persone sono rimaste coinvolte quest'anno infrane e smottamenti che hanno colpito le province occidentalidella Cina. Il ministero degli Affari civili congiuntamente alMinistero delle Finanze ha stanziato 4,1 miliardi di yuan(circa 617 milioni di dollari) per l'acquisto di cibo,vestiario e dispositivi di riscaldamento per i cittadinicolpiti da calamita'. "I fondi di soccorso, dal governocentrale dovrebbero raggiungere i governi a livellodistrettuale per la meta' di dicembre, e i loro dipartimentidegli Affari civili devono garantire che i fondi e leattrezzature siano nelle mani dei locali entro la fine didicembre" ha dichiarato il vice ministro degli Affari civiliLuo Pingfei. Il ministero intanto esorta il dipartimento degliAffari locali ad intensificare i controlli in queste aree e adintraprendere la ricostruzione delle abitazioni danneggiate."Nelle regioni in cui la ricostruzione non puo' essere portataa termine quest'anno, i governi locali devono fare in modo chetutte le persone colpite abbiano un posto accogliente dovetrascorrere l'inverno", ha aggiunto Luo. .