INSTANCABILI I CONTROLLI SUL LATTE: IL CASO DUMEX

Shanghai, 11 feb. - Le autorita' di Shanghai hanno predispostoda oggi controlli sulla Dumex, la compagnia che produce lattein polvere del marchio Danone Group, al fine di rilevare lapresenza o meno delle contraffazioni alla melamina. I controllistanno riguardando tutta la produzione precedente il 14settembre dello scorso anno, secondo le disposizioni delgoverno centrale. I media occidentali avevano recentementeparlato di malattie renali riscontrate in alcuni neonati cinesiche avevano assunto il latte in polvere Dumex. Dopol'esplosione dello scandalo latte lo scorso settembre, ilaboratori del governo cinese avevano condotto delle ispezionianche sul latte a marchio Dumex, ma non era stata riscontrataalcuna anomalia. Da parte sua, la Dumex ha affermato sulproprio sito web cinese (www.dumex.com.cn) di aver venduto lamaggior parte dei suoi prodotti nella RPC in un periodo benprecedente lo scoppio dello scandalo, ovvero fra il 2005 e il2006. "La nostra posizione attuale in Cina non e' statadocumentata in modo corretto. I nostri colleghi in Cina cihanno confermato che la locale produzione di latte Dumex vienesottoposta a rigidi controlli e che neanche i laboratorigovernativi hanno rilevato contraffazioni". Nella RPC lamelamina ha gia' ucciso sei neonati e ne ha fatti ammalare 300mila. Secondo il Ministero della Salute cinese, all'inizio digennaio i neonati ricoverati erano ancora piu' di 300. Sonostate pronunciate ben due condanne a morte per i responsabilidelle contaminazioni, mentre e' stato decretato l'ergastolo perla ex-presidentessa della Sanlu Group, l'azienda al centrodello scandalo.