IL GIAPPONE SBARCA NELLO HUNAN

Changsha, 20 nov. - Entro pochi anni le imprese del Sol Levantesi espanderanno nelle regioni interne della Cina e tra questelo Hunan e' in testa alla classifica. Alla "Settimanagiapponese nello Hunan", numerosi imprenditori giapponesiimpegnati nell'industria dei servizi hanno dichiarato che molteimprese nipponiche sono in cerca di opportunita' commercialinella regione data la potenziale crescita dei consumi nelleprovince centrali. Negli ultimi dieci anni, le impresestraniere hanno aperto filiali sopratutto nelle regionicostiere e solo a partire dal 2006, cioe' da quando i capitaliesteri si sono spostati anche nell'entroterra, il mercato delleregioni centrali ha cominciato a cambiare: si registra infattiuna crescita nella domanda di prodotti internazionali. Ilpresidente della Artec-Japan, che conosce molto bene il mercatoe la situazione cinese, ha dichiarato di essere venuto aChangsha essenzialmente per vedere se sia possibile o menointrodurre sul mercato interno la pizza italiana congelata. Peril manager giapponese, infatti, sono ampie le prospettive diguadagno nel settore della ristorazione e dei prodottialimentari. Gli scambi tra Giappone e Hunan si sonointensificati negli ultimi anni: secondo i dati rilasciati daldipartimento del commercio della provincia, il totale delleimportazioni e delle esportazioni ha raggiunto circa i 500milioni di euro. Al momento le imprese giapponesi nellaprovincia sono 53 e i capitali registrati raggiungono i 15milioni di euro. Il responsabile del dipartimento del commerciodella provincia, Li Biao. ha dichiarato che verrannoottimizzati i metodi e le istituzioni che regolanol'utilizzazione dei capitali stranieri in modo da promuoveregli investimenti, migliore l'industria e sostenere uno sviluppocoordinato nella regione.