GOVERNO INTERVIENE SULLA SICCITA' CON 98, 6 MILIARDI

Pechino, 20 gen. - Il governo cinese ha stanziato 98,6 miliardidi yuan (circa 11 miliardi di euro) destinati agli agricoltoridi tutto il Paese nel tentativo di mantenere stabile laproduzione di cereali e incrementare le entrate dei contadini.Il grosso del fondo - 83,5 miliardi di yuan (9,4 miliardi dieuro) - saranno impiegati per l'acquisto di macchinari agricolicome macchinari per la semina e mietitrici. I rimanenti 15,1miliardi di yuan (circa 1,7 mld di euro) - secondo quantocomunicato dal ministero delle Finanze - servira' asovvenzionare gli agricoltori per la coltivazione di prodottiquali riso, frumento e cotone. La misura e' stata intrapresa acausa della lunga siccita' che ha colpito le regionisettentrionali dove, secondo le previsioni, il freddo e lamancanza di precipitazioni continueranno anche nei prossimidieci giorni. Il ministero intanto ha disposto che idipartimenti finanziari a tutti i livelli dell'amministrazioneredigano quanto prima dei piani dettagliati per le sovvenzioniin modo da garantire che gli agricoltori ricevano i fondi primadella semina primaverile. Il ministero ha inoltre raccomandato ai dipartimenti localidi rivelare in dettaglio le indennita' concesse a ogniagricoltore per facilitare la supervisione, promettendo diprevenire e punire eventuali appropriazioni indebite. Lo stessogiorno, l'amministrazione statale dei Cereali (SAG) ha rivelatoche l'anno scorso la somma totale dei cereali acquistati davarie imprese del Paese ha superato per la prima volta i 300miliardi di kg. Di questi, secondo quanto dichiarato NieZhenbang - a capo della SAG - 30,65 miliardi di kg di cereali eolio sono stati acquistati allo scopo di mantenere il prezzo dimercato, cosa che ha effettivamente incrementato la produzionee le entrate degli agricoltori. Nie ha anche esortato idipartimenti competenti a esaminare attentamente la nuovasituazione relativa alla distribuzione dei cereali nei prossimicinque anni e a continuare a comprare per garantire profittiagli agricoltori e assicurare la stabilita' del mercato. .