GOVERNATORE TIBET CONTRO "CRICCA DEL DALAI LAMA"

Lhasa, 10 gen. - Il governatore del Tibet ha dichiarato che lalotta contro la "cricca del Dalai Lama" e' destinata ad essereduratura, intensa, complicata e talora combattuta con forza."Siamo ancora di fronte all'arduo compito di combattere controi secessionisti e mantenere la stabilita' nella regione", haaffermato Padma Choling, presidente della regione autonoma delTibet nel suo primo rapporto governativo inviato per larevisione alla legislatura locale questa settimana. Le forzesecessioniste guidate dal 14� Dalai Lama sono statecondannate per aver provocato gli scontri mortali del marzo2008 avvenuti a Lhasa e in altre localita'. Choling ha poiaffrontato altri temi come l'obiettivo del governo volto araggiungere un rapido sviluppo e una stabilita' durevole inTibet, che deve affrontare anche i ritardi nella costruzione diinfrastrutture, il divario di reddito fra zone rurali e urbanee la mancanza di un sistema che garantisca una crescita a lungotermine dei salari dei residenti. Choling ha inoltresottolineato come l'economia della regione sia cresciuta del12,2% nel 2010, e come i redditi sia dei residenti urbani chedei nomadi continuino a crescere. Sono stati inoltre rafforzatigli sforzi per domare i rischi ambientali, mentre sono statecostruite nuove strade e aeroporti. Negli ultimi anni, ilgoverno centrale ha inviato fondi, personale e risorse in grannumero per sostenere lo sviluppo del Tibet e il risultato diquesti sforzi e' evidente nella ricostruzione completa di Lhasae di altre citta' della regione insieme al miglioramento deicollegamenti nei trasporti, inclusa la tratta Qinghai-Tibet chenel 2006 ha permesso di collegare via treno la regione con ilresto del Paese. .