Google pronta a chiudere con la Cina

Google si dice certa «al 99,9%» di chiudere il proprio motore di ricerca in Cina. Lo riporta il Financial Times sul suo sito web, secondo cui il gigante di Mountain View ha già elaborato un piano per abbandonare il Paese. Secondo una fonte vicina alla società, citata dal quotidiano britannico, le discussioni con le autorità cinesi volte ad evitare la censura su internet sarebbero arrivate a un impasse.
Le posizioni si sarebbero irrigidite negli ultimi giorni. Sabato Pechino ha lanciato l'ultima sfida al gruppo, dicendosi tutt'altro che disponibile a un compromesso pur di evitare l'addio di Google dal paese. «Se Google farà passi che violano le leggi cinesi, che si dimostreranno non amichevoli o irresponsabili, ne pagherà le conseguenze», ha sottolineato il ministro dell'Industria Li Yizhong. Mercoledì scorso, il direttore esecutivo di Google, Erich Schmidt, si era dichiarato ottimista sui colloqui, iniziati a gennaio, dopo che il gruppo aveva denunciato attacchi informatici contro la posta elettronica di alcuni clienti, in larga parte dissidenti cinesi. La società aveva minacciato di smettere di usare i filtri richiesti dalla censura cinese su internet e di chiudere il suo sito in cinese se non fosse stata messa in grado di garantire la sicurezza ai clienti.
La chiusura Google.cn potrebbe arrivare a breve.

14/03/2010