G20: AL VIA DOMANI LA MISSIONE DI RENZI IN CINA

di Eugenio Buzzetti

 

Pechino, 2 set. - Al via domani la missione del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in Cina. Renzi sarà a Hangzhou per partecipare al vertice del G20, che si tiene il 4 e 5 settembre nella località turistica della Cina orientale, e farà tappa, domani, a Shanghai, dove incontrerà gli studenti della Tongji University. Subito dopo l'arrivo, il premier sarà impegnato, nella tarda mattinata di sabato, nell'incontro bilaterale con il presidente cinese, Xi Jinping. Il premier sarà tra i primi leader stranieri a essere ricevuti, a ridosso del summit di domenica e lunedì, dal padrone di casa dell'edizione di quest'anno del G20, presso la West Lake State Guesthouse di Hangzhou.

Per il pomeriggio di sabato è poi previsto il trasferimento a Shanghai, per le celebrazioni dei dieci anni del campus sino-italiano della Tongji University, dove Renzi verrà ricevuto dal presidente dell'istituto, Yang Xianjin. Nel campus, Renzi visiterà una mostra fotografica organizzata dall'istituto e pronuncerà un discorso davanti agli studenti cinesi e italiani, e ai rappresentanti delle università partner della Tongji, tra cui i Politecnici di Torino e Milano, l'Alma Mater di Bologna, e l'università di Firenze, città dove si trova il campus overseas della Tongji University. Ancora in via di definizione un incontro con gli studenti delle università Luiss e Bocconi che studiano all'università Fudan, l'ateneo più prestigioso e noto di Shanghai, che ha un accordo di double degree con le due università italiane.

Il 4 settembre, prima dell'inizio del vertice dei primi ministri e dei capi di Stato del gruppo dei Venti, il presidente del Consiglio si recherà al Campus Alibaba, il gigante dell'e-commerce cinese e mondiale creato da Jack Ma nel 1999, e che ha la sua sede centrale proprio nell'area di Hangzhou, una delle zone più ricche e sviluppate della Cina e oggi punta di diamante dell'iniziativa di sviluppo tecnologie legate a internet con un fermento di start-up del settore tecnologico che stanno fiorendo a pochi chilometri dalla sede di Alibaba. Al Campus Alibaba è previsto un incontro tra Renzi e lo stesso Ma, dopo l'incontro a Verona dell'aprile scorso durante l'ultima edizione di Vinitaly, e durante il quale era stata lanciata la "Giornata del vino" in Cina sulle piattaforme di e-commerce gestite da Alibaba, per il prossimo nove settembre (9/9), data che in cinese si pronunciata come la parola vino, "jiu".

Nel pomeriggio di domenica si entrerà, invece, nel vivo del vertice. Alle ore 15 ci sarà la cerimonia di benvenuto per i capi delle delegazioni dei venti Paesi membri del Gruppo, che saranno accolti dal presidente cinese, Xi Jinping. Dopo la rituale foto di gruppo, lo stesso Xi darà il via ai lavori del summit con il discorso inaugurale, a cui seguirà il primo dei cinque summit dei leader, che si concluderanno nel pomeriggio di lunedì 5. Nella serata di domenica 4 settembre, durante la cena, è prevista una performance artistica. A dominare il vertice saranno i temi economici legati alla ripresa economica globale, come vuole la Cina, che punta a elevare il proprio status a livello internazionale cercando un accordo tra i leader delle venti maggiori economie del pianeta per la ripresa globale e promuovendo il proprio modello di sviluppo. Difficilmente, però, Pechino riuscirà a tenere lontani dalle discussioni i temi più scottanti dell'attualità, come il terrorismo e la stabilità in alcune aree del globo, e tra cui anche questioni spinose che riguardano direttamente la Cina, come la sovrapproduzione di acciaio e le dispute di sovranità nel Mare Cinese Meridionale con le Filippine, oggi il tema più sgradito da affrontare per i leader cinesi.

 

Renzi in Cina incontra la business community cinese e italiana

Pechino, 2 set. - Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, arriva in Cina tra G20 e affari. Durante i tre giorni di visita in Cina, il presidente del Consiglio sarà impegnato in diversi momenti di incontro con gli esponenti del mondo dell'industria, sia cinesi che italiani. Dopo il vertice bilaterale con il presidente cinese, Xi Jinping, il premier incontrerà per pranzo alcuni esponenti della business community cinese. I nomi che circolano nelle ultime ore sono quelli dei grandi gruppi che hanno forti interessi in Italia: tra questi ci sono quelli di Suning, il gigante dell'elettronica cinese che a giugno scorso ha acquisito l'Inter, e State Grid Corporation of China, il maggiore ente di distribuzione di energia elettrica che detiene una quota di minoranza in Cdp Reti. Oltre a loro, si fanno i nomi delle conglomerate Fosun e Poly Group, di Bank of China, uno dei cinque colossi bancari cinesi, e del gruppo immobiliare Vanke, che lo scorso anno si era presentato all'Expo di Milano con un proprio padiglione.

Domenica mattina, prima dell'inizio del vertice, il presidente del Consiglio incontrerà, invece, Jack Ma, il fondatore del gigante dell'e-commerce cinese e mondiale, Alibaba. Renzi visiterà il Campus Alibaba, che ha sede vicino a Hangzhou, una delle aree più ricche e sviluppate della Cina, e dove si trovano molte start-up cinesi del settore tecnologico. L'ultimo incontro tra i due risale all'aprile  sorso, in occasione di Vinitaly, a Verona, quando venne lanciata la "Giornata del vino" sulle piattaforme di e-commerce gestite da Alibaba, che sarà il prossimo 9 settembre, data che si pronuncia in cinese allo stesso modo della parola vino ("jiu"). La breve visita a Shanghai di domani sarà anche l'occasione per incontrare le imprese italiane presenti nel gigante asiatico e discutere delle opportunità e dei dossier più sentiti da parte degli imprenditori italiani presenti in Cina. L'incontro è previsto alla House of Roosevelt, sul Bund, dove ad attendere il premier ci sarà un gruppo di circa settanta imprese italiane che operano nel gigante asiatico e soprattutto nell'area di Shanghai e di Suzhou, nella Cina orientale, dove sorge il distretto di imprese italiane più grande al di fuori dei confini nazionali.

 

02 SETTEMBRE 2016

 

LEGGI ANCHE

 


G20: OBAMA ALL'ULTIMA VISITA IN CINA DA PRESIDENTE, I BILATERALI DEL VERTICE DI HANGZHOU

 


G20, ECONOMIA PIU' CHE POLITICA, PRIORITA' DELLA CINA AL SUMMIT DI HANGZHOU

 

 

G20: RENZI, IN VISTA BILATERALE CON XI A MARGINE

Misure di sicurezza e "ferie forzate" ad Hangzhou

 

 

ALTRI ARTICOLI



G20, ECONOMIA PIU' CHE POLITICA, PRIORITA' DELLA CINA AL SUMMIT DI HANGZHOU

 

TERREMOTO: 100MILA DLR DA CROCE ROSSA PECHINO

 

KIRGHIZISTAN: ESPLOSIONE AD AMBASCIATA CINESE

 

G20: RENZI, IN VISTA BILATERALE CON XI A MARGINE

Misure di sicurezza e "ferie forzate" ad Hangzhou


TERREMOTO: EX KICKBOXER CINESE DONERA' 10MILA YUAN


AL VIA A PECHINO CORSO PER AMBASCIATORI VINO ITALIANO

 

LA CINA NON E' IL GIAPPONE

 

@Riproduzione riservata