FERRARI: MONTEZEMOLO, CRESCITA DEL 66% NEL 2011 IN CINA

(AGI) - Berlino, 20 apr. - Continuera' anche nell'anno in corsola marcia trionfale delle vendite della Ferrari sui mercatiasiatici. Lo rivela Luca di Montezemolo in un'intervista alquindicinale "auto, motor und sport", la piu' autorevolerivista automobilistica tedesca, in cui spiega che anche nel2011 le vendite in Cina subiranno una spettacolosa avanzata del66%. "Quest'anno venderemo in Cina 500 auto, con questo mercatoche a fine 2011 diventera' il terzo dopo l'America e laGermania". Anche a dispetto dei forti dazi di importazione, laCasa di Maranello ha esportato lo scorso anno 300 vetture inCina, mentre le vendite in Giappone dipenderanno dagli sviluppidella catastrofe nucleare di Fukushima. "In Giappone vendiamo 400 auto all'anno", spiegaMontezemolo, secondo il quale nel 2011 la Casa di Maranellodovrebbe produrre e vendere un totale compreso fra 6800 e 7000vetture". L'obiettivo di arrivare a vendere 8mila auto dipende,secondo il presidente della Ferrari, dalla crescita nei Paesiemergenti. "Quest'anno cominciamo a vendere in India, ma tuttodipende dalla crescita nei nuovi mercati. Nei prossimi 8 anniarriveremo a produrre 8mila macchine. Molto dipende dalpotenziale di crescita in India, Sudamerica e Cina". (AGI).