FERMARE OLIGOPOLIO ON LINE

Pechino, 18 feb. - Chinalabs.com, agenzia cinese collegataall'attivita' del CNNIC (China Internet Network InformationCentre) e altri uffici governativi per la ricerca su internet,ha denunciato il fenomeno dell'oligopolio online. Nel "Rapportod'inchiesta" dell'agenzia, che chiede provvedimenti, compaionoi nomi delle aziende Baidu per i motori di ricerca, QQ per lamessaggistica istantanea, e Alibaba per il commercioelettronico. .