EUROSAM IN VANTAGGIO SU CPMIEC PER SISTEMA DI DIFESA AEREA TURCO

di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 


Pechino, 9 set. - La Turchia prende le distanze dalla Cina nella trattativa per la realizzazione del sistema di difesa aerea FD-2000 del valore di tre miliardi di dollari, inizialmente affidata al gruppo CPMIEC (Chinese Precision Machinery Import Export Corporation), mentre nelle ultime ore torna alla ribalta l'ipotesi di affidare i lavori alla joint-venture franco-italiana Eurosam. La conferma delle voci dei giorni scorsi era arrivata proprio ieri dallo stesso presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, di ritorno in Turchia dopo il vertice Nato in Galles, che ha lamentato "alcuni disaccordi" con i cinesi. "Le trattative stanno continuando - ha spiegato il presidente turco - ma la Francia, che è seconda nella lista, si è presentata con nuove offerte". Erdogan, che proprio ieri ha ricevuto nella capitale turca il segretario alla Difesa statunitense, Chuck Hagel, ha poi confermato che le trattative con Eurosam sono tuttora in corso e ha ribadito l'importanza della produzione congiunta nella realizzazione del sistema di difesa aerea.

I dissapori tra Ankara e Pechino riguardano due punti che la Turchia considerava essenziali, a ottobre scorso, per la realizzazione del sistema di difesa aerea: la produzione congiunta e il trasferimento di know-how, inizialmente assicurati proprio da CPMIEC. La reazione cinese non si è fatta attendere e da Pechino, la portavoce del ministero degli Esteri, Hua Chunying, ha dichiarato oggi, nel consueto briefing con la stampa, la posizione di Pechino di sostanziale equidistanza dall'affare, nonostante lo scorso anno la stampa cinese avesse accolto il provvisorio sì della Turchia come una vittoria della propria industria militare: Ankara deciderà da sola, "sulla base dei propri interessi" ha dichiarato Hua, che ha poi definito la trattativa come una "normale operazione di scambio militare" tra due Paesi.

La scelta turca di CPMIEC a ottobre scorso aveva destato più di una polemica in Occidente: sia la Nato che gli Stati Uniti avevano mosso i primi dubbi a riguardo già all'indomani della notizia, cercando di convincere i vertici di Ankara ad abbandonare la scelta cinese, che avrebbe prodotto un sistema d'arma non compatibile con quelli in uso nei paesi membri della Nato, tra cui la stessa Turchia. Inoltre, CPMIEC era stata colpita dalle sanzioni Usa in passato per violazione del Trattato di Non Proliferazione, per avere venduto armi negli anni Novanta ai governi di Pakistan, Corea del Nord, Siria e Iran. Gli analisti della difesa americani più pessimisti temevano addirittura un allontanamento della Turchia dalla Nato a favore della SCO, la Shanghai Cooperation Organization, l'organizzazione intergovernativa che riunisce Russia,e Cina e le Repubbliche ex-sovietiche di Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan. Il consorzio Eurosam, composto dalla franco-italiana MBDA e dalla francese Thales, si era classificato al secondo posto nell'asta dello scorso anno per la realizzazione dell'impianto di difesa aerea, battuta solo dall'offerta di CPMIEC, che chiedeva 3,4 miliardi di dollari per chiudere l'affare. Il sì definitivo della Turchia ai cinesi non era, però, mai arrivato: al contrario, Ankara aveva più volte dilatato i tempi di approvazione.

 

09 settembre 2014

 

 

ALTRI ARTICOLI:

 

SURPLUS COMMERCIALE DA RECORD AD AGOSTO, +77,8%

 

SUSAN RICE A PECHINO, OBAMA A NOVEMBRE IN CINA

 

CAMERA COMMERCIO UE: ATTUARE RIFORME CRUCIALI


ALIBABA VERSO WALL STREET, IPO DI 21,1 MLD DI DOLLARI


CAMPAGNA ANTI-CORRUZIONE DURERA' FINO A 2017


HK: ATTIVISTI "VERGOGNOSA" PRESA DI POSIZIONE DI LONDRA

 

CINA: COOPERAZIONE CON PAESI APEC

 

UN MURO RICORDA L'ESODO EBRAICO A SHANGHAI DURANTE IL NAZISMO

 

EXPO, AL VIA PADIGLIONE CINA: 1 MILIONE BIGLIETTI VENDUTI

 

SICUREZZA ALIMENTARE: ARRIVANO LE BACCHETTE SMART

 

HK, MOVIMENTO DEMOCRATICO NON SI FERMERA'

 

HK: ORGANIZZATORI PROTESTE AMMETTONO SCONFITTA, 22 ARRESTI

 

MICROSOFT, 20 GIORNI PER RISPONDERE AD ANTITRUST

 

PUTIN APRE A PARTECIPAZIONE CINESE IN GIACIMENTO RUSSO


NUOVE QUOTE PER BOND DA AMMINISTRAZIONI LOCALI

HONG KONG PROTESTA CONTRO ELEZIONI CONTROLLATE DA PECHINO

 

PMI MANIFATTURIERO IN CALO AD AGOSTO


STRANIERI SPETTATORI AI PROCESSI, VIA LIBERA CORTE SUPREMA

 

IL PCC DIVENTA 'SOCIAL', ACCOUNT SU WECHAT

 

GIUSTIZIATI OTTO UIGHURI PER TERRORISMO

 

AUTO: RENZI, CONTATTI CON CINESI NON SOLO PER TERMINI

 

AMAZON: APRE SEDE ZONA LIBERA DI SHANGHAI

 

PAPA: VORREI ANDARE IN CINA «CON GRANDE RISPETTO»

 

CINA INVIA AIUTI IN AFRICA CONTRO EPIDEMIA EBOLA
Team di esperti e 80 tonnellate di aiuti umanitari

 

TIBET, INCIDENTE BUS 44 MORTI E 11 FERITI

 

TERRE RARE: PECHINO ESPRIME RAMMARICO PER DECISIONE WTO

 

WECHAT, DA OGGI REGISTRAZIONI SOLO CON IL VERO NOME

 

EXPORT DA RECORD, A LUGLIO VOLUMI RADDOPPIATI

 

NDRC: INVESTIMENTI ALL'ESTERO PRESTO APERTI A SINGOLI CITTADINI

 

 

@ Riproduzione riservata