Energia sostenibile per la grande fiera

«È stato come piantare 850mila alberi, vale a dire 37 volte la grandezza di Central Park a New York, 10mila tonnellate di CO2 in meno».
Paolo Merloni, amministratore delegato di Ariston Thermo Group, tra le più importanti aziende marchigiane presenti in Cina, ricorre a questa immagine molto concreta per spiegare l'impegno della sua azienda in termini di sostenibilità realizzata sul mercato cinese.
Ariston Group ha investito in tecnologia sostenibile e in parte alcune tracce si possono trovare nei progetti attuati in occasione della mostra all'Expo di Shanghai 2010. Ariston Thermo Group ha fornito, infatti, il sistema solare termico con marchio Elco per riscaldare l'acqua dell'Expo Center e dei padiglioni italiano e spagnolo. Elco è un marchio Ariston Thermo Group, specializzato nel riscaldamento e commercializzato in Italia da Elco-Ecoflam. I tre progetti realizzati per la manifestazione internazionale di Shanghai sono basati su un'applicazione del solare termico per acqua sanitaria possibile grazie all'utilizzo di pannelli a tubi Elco.
Concretamente la divisione ha progettato e installato un collettore solare di 350 metri quadri che in estate produrrà tre tonnellate di acqua calda.
«Il progetto più importante, in termini di immagine, dimensione e simbolo dell'evento, è l'Expo Center. La struttura, insieme ad altri tre edifici - dice Merloni – continuerà a essere utilizzata anche dopo l'evento diventando così un centro conferenze».
«Gli altri due progetti riguardano il padiglione Italia e il padiglione Spagna. L'impegno e il ruolo di Ariston Thermo Group, per l'Expo di Shanghai 2010 - aggiunge Paolo Merloni - testimoniano l'elevata sensibilità che i mercati emergenti hanno verso le heating solutions sostenibili».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

02/06/2010