DOLLARO, YUAN E COREA: L'AGENDA DI HU IN AMERICA

DOLLARO, YUAN E COREA: L'AGENDA DI HU IN AMERICA

Pechino, 12 gen.- La Cina cerca rassicurazioni sulle sue riserve in valuta estera denominate in dollari: a una settimana dalla visita di Hu Jintao negli Stati Uniti, il viceministro degli Esteri cinese Cui Tiankai espone l'agenda del viaggio a Washington. "Accoglieremo con favore un responso positivo da parte americana sulla sicurezza degli asset cinesi negli Stati Uniti, se ci sarà. Si tratta di una questione alla quale stiamo rivolgendo molta attenzione" ha dichiarato stamattina ai giornalisti il viceministro. Il Dragone, com'è noto, ha accumulato le più vaste riserve in valuta estera del mondo che, secondo le ultime stime, nel 2010 hanno raggiunto quota 2850 miliardi di dollari; circa i due terzi di questa immensa massa monetaria sarebbero denominati in valuta americana. Dallo scoppio della crisi globale, nel 2008, il premier cinese Wen Jiabao ha espresso ripetutamente la sua preoccupazione sulla tenuta di questi investimenti; ma gli altri dati economici pubblicati dalla Cina questa settimana - che mostrano come nel 2010 gli squilibri commerciali tra le due potenze si siano ulteriormente allargati del 26%, fino a garantire a Pechino un surplus commerciale pari a 181 miliardi di dollari nei confronti di Washington - costituiranno di sicuro un ulteriore argomento di discussione del vertice USA-Cina: da tempo, infatti, l'America accusa il Dragone di mantenere artificialmente basso il valore dello yuan per garantirsi uno svantaggio sleale negli scambi con l'estero.

 

 

 

Cui Tiankai non ha risposto direttamente alle domande sul tasso di cambio dello yuan-renminbi, sostenendo di non voler turbare i mercati: "Sicuramente, con la visita si raggiungeranno importanti risultati sulla cooperazione economica e commerciale", ha detto il viceministro.  "Le differenti condizioni economiche e i diversi livelli di sviluppo non consentono di evitare frizioni tra Cina e Stati Uniti- ha detto ancora Cui-, ma riteniamo che questo sia normale. D'altronde, se non avessimo alcun rapporto con gli USA, non ci sarebbero contrasti. I due paesi, tuttavia, condividono ampi obiettivi ed interessi comuni. Entrambi, ad esempio, vogliamo proteggere la stabilità e la pace nella penisola coreana". Dopo un 2010 in cui le relazioni tra Pechino e Washington sono state turbate da numerose questioni –dal caso Google alla situazione di Taiwan, dalle frizioni economiche e finanziarie al problema delle due Coree, dalle polemiche sui diritti umani  fino alle controversie nel Mar Cinese Meridionale-, la Cina sembra insomma intenzionata a smorzare i toni, almeno per il momento. "La questione delle 'terre rare' non dovrebbe far sorgere contrasti tra USA e Cina", ha detto ancora Cui Tiankai, in merito al gruppo di minerali di necessità vitale per l'industria high tech, di cui Pechino detiene di fatto il monopolio. E in chiusura il vicepremier ha anche commentato la notizia del lancio del primo caccia invisibile cinese, annunciato ieri: "Nessuna nazione deve sentirsi minacciata- ha concluso Cui Tiankai- e in ogni caso si tratta di una questione che non ha nulla a che vedere né con la recente visita del segretario alla Difesa americano Gates, né con le relazioni tra Cina e Stati Uniti".

 

 

 

Di Antonio Talia

 

 

 


© Riproduzione riservata
Articoli correlati

 

Legami militari Pechino-Washington

 

12 gennaio, Gates lascia Pechino, un successo

 

10 gennaio, Gates: "necessaria cooperazione Cina-Usa"

12 gennaio, Prende il volo il caccia J-20

 

30 dicembre, Pechino si dota di missile anti-portaerei

 

Attacco allo Yuan

 

14 gennaio, Pechino ribadisce: yuan questione interna

 

11 gennaio, Riserve valuta estera da record

 

10 gennaio, Avanzo commerciale, giù a dicembre

 

16 dicembre, Usa-Cina: copyright avanti, yuan lontano

 

15 dicembre, Tensione nei colloqui economici tra Usa e Cina

 

15 novembre, G20: Sostiene Li Keqiang

 

12 novembre, G20 di Seul: niente di nuovo sul fronte orientale

 

11 novembre, Il Gioco del secolo americano – l'opinione di Geminello Alvi

 

18 ottobre, FMI a Shanghai, nessuna tregua

 

14 ottobre, L'era delle guerre valutarie

 

7 ottobre, FMI: "Rischio di frizioni commerciali"

 

21 settembre, Cina, maggiore spazio nell'FMI

 

24 settembre, Wen e Obama a colloquio sullo yuan

 

23 settembre, Wen difende lo yuan, domani il voto Usa

 

17 settembre, Yuan: Usa contro Cina al prossimo G20

 

Pechino contro la FED

 

10 novembre, Pechino vs. Fed: barriera contro capitali speculativi

 

9 novembre, Pechino attacca ancora la politica della Fed

 

04 novembre, PBoC contro FED: "rischio stampare dollari"

 

La sfida cinese al monopolio del rating

 

13 luglio, Dentro Dagong, l'agenzia cinese di rating

 

Internazionalizzazione dello yuan

 

14 gennaio, Sì a investimenti esteri in RMB

 

14 gennaio, Yuan: la partita del 2011 tra euro e dollaro

 

Terre rare

 

29 dicembre, Terre rare: nuova riduzione dell'export

 

20 dicembre, Terre rare: export raddoppiato a novembre

 

14 dicembre, Terre rare: ancora più care nel 2011

 

22 novembre, Mar cinese orientale: nuovi scontri con Tokyo

 

20 novembre, Tokyo: ripreso il flusso di terre rare

 

18 novembre, Monito della Ue alle restrizioni di terre rare

 

05 novembre, Ministro commercio "no blocco terre rare"

 

25 settembre, Pechino-Tokyo: Per un pugno di scogli

 

Crisi coreana

 

26 dicembre, Seul a Pechino; vertice a febbraio

 

23, dicembre, Seul pronta a spietato attacco

 

http://www.agichina24.it/repository/categorie/in-primo-piano/politica-internazionale/notizie/coree-seul-prontabr-/a-spietato-attacco

 

20 dicembre, Coree: Pyongyang apre all'Onu

 

http://www.agichina24.it/repository/categorie/in-primo-piano/politica-internazionale/notizie/manovre-di-seulpyongyang-apre-allrsquoonurdquo

 

26 novembre, Crisi coreana: cosa farà Pechino?

 

http://www.agichina24.it/focus/notizie/crisi-coreana-cosa-fara39-pechino

 

25 novembre, Wen richiama alla calma le due Coree

 

http://www.agichina24.it/repository/categorie/in-primo-piano/politica-internazionale/notizie/wen-richiama-alla-calma-le-due-coree

 

24 novembre, Pyongyang, la difficile partita di Pechino

 

http://www.agichina24.it/repository/categorie/in-primo-piano/politica-internazionale/notizie/pyongyang-la-difficile-partita-di-pechino

 

24 novembre, Crisi coreana, Usa al fianco di Seul

 

http://www.agichina24.it/repository/categorie/in-primo-piano/politica-internazionale/notizie/crisi-coreana-usa-al-fianco-di-seoulbr-

 

Nobel a Liu Xiaobo

 

10 dicembre, L'ira di Pechino tra controllo a propaganda

 

http://www.agichina24.it/repository/categorie/in-primo-piano/politica-internazionale/notizie/lrsquoira-di-pechino-tra-controllo-e-propaganda

 

9 dicembre, Arresti e Premio Confucio in risposta al Nobel

 

http://www.agichina24.it/repository/categorie/in-primo-piano/politica-internazionale/notizie/arresti-e-premio-confucio-in-risposta-al-nobel

 

11 ottobre, Nobel, la zampata di Pechino

 

http://www.agichina24.it/focus/notizie/nobel-a-liu-la-zampata-di-pechino

 

5 ottobre, Diritti umani "Made in China"

 

http://www.agichina24.it/focus/notizie/diritti-umani-ldquomade-in-chinardquo