DIALOGO SU CRI TRA XI'AN E POMPEI

DIALOGO SU CRI  TRA XI'AN E POMPEI

Roma, 21 giu.- La collaborazione tra le città di Xi'an e Pompei non è mai stata così stretta: il 25 giugno, dalle 10 alle 12, Radio Cina Internazionale organizzerà un dialogo on-line cui prenderanno parte i sindaci delle due città che spiegheranno agli ascoltatori in che modo ha avuto inizio la collaborazione e quali sono i progetti per lo sviluppo urbano e la tutela dei reperti archeologici. Alla discussione sono invitati a intervenire anche gli ascoltatori che potranno trovare una risposta immediata alle proprie domande e curiosità. Quella tra Xi'an e Pompei è un'amicizia recente – il gemellaggio tra le due città è nato solo nel 2007 –, ma il legame sembra esistere da sempre. I tesori sepolti delle due città d'arte – i calchi dell'antica città romana che nel 79 fu completamente ricoperta di lava, e l'esercito di terracotta del primo imperatore cinese risalente al 200 a.C. – sono solo alcune delle affinità che hanno tessuto una trama di relazioni tra le due, destinata a infittirsi sempre di più grazie non solo agli accordi di collaborazione in atto, ma anche in vista delle iniziative previste per l'anno della Cina in Italia, che prenderà il via il prossimo settembre. Solo qualche giorno fa a Napoli, che con la Cina ha un rapporto di lunga data, si è tenuto un incontro che testimonia la rinnovata cooperazione tra Europa e Cina, passata attraverso visite e incontri di lavoro e sancita dalla stesura di un accordo programmatico firmato dalle due delegazioni. Oltre al sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, hanno preso parte all'evento il vicepresidente dell'Assemblea nazionale del popolo, Zha Peixin, l'ambasciatore cinese in Italia, Ding Wei, e l'ambasciatore cinese presso l'Unione europea, Song Zhe. Molti i progetti in cantiere: sanità, impegno nelle rinnovabili – testimoniato dal risciò a energia solare parcheggiato all'interno del Maschio Angioino – e, naturalmente, il binomio cultura e turismo. A questo proposito è prevista una doppia esposizione a Pompei e all'interno della Città proibita in cui i visitatori potranno ammirare gli scatti dei due siti. "Se riusciremo a farlo – ha detto il presidente della delegazione interparlamentare per i rapporti tra Europa e Cina, Enzo Rivellini, – terrò al Parlamento europeo un discorso in cinese".

 

© Riproduzione riservata