DALLA BANCA MONDIALE 65 MLN PER ALLEVAMENTI BIO

Pechino, 31 mag. - Ammonta a 65 milioni di euro il prestitoapprovato dal cda della Banca Mondiale a favore del progettodimostrativo per gli allevamenti biologici della pianuraalluvionale del fiume Giallo nella provincia cinese delloHenan. Il progetto dimostrativo avra' lo scopo di incentivare600 medie aziende agricole zootecniche dello Henan ad adottaremetodi di gestione rivolti alla tutela ambientale e, attraversolo sviluppo sostenibile degli allevamenti, sostenere decine dimigliaia di famiglie contadine e ridurre l'inquinamentoambientale prodotto dagli allevamenti nella pianura alluvionaledel fiume Giallo. La quantita' totale dell'investimentodovrebbe aggirarsi attorno al miliardo e mezzo di euro e miraad aumentare le capacita' gestionali del governo a ogni livello(provincia, citta', distretti ecc.) relative a uno svilupposostenibile degli allevamenti biologici. Punta inoltre aimplementare l'applicazione degli standard nazionali sullagestione dei materiali di scarto animale. Il progetto sara' diausilio alle aziende zootecniche attraverso l'offerta di unaformazione specifica, delle tecnologie necessarie e degliaspetti gestionali, investendo sullo sviluppo delleinfrastrutture, e riducendo al minimo gli escrementi animalimediante apposito trattamento. "Spero che ogni azienda agricolaed ogni fattoria dedite all'allevamento possano avere un ruolodimostrativo e che, con l'ampliamento del progetto, possanoestendere alle aziende circostanti i metodi e le tecnologieintrodotte", ha dichiarato l'economista ambientale della BancaMondiale, Gayane Minasyan. "Allo stesso modo, spero che laprovincia dello Henan possa diventare un modello in questosettore, e possa invogliare le altre province cinesi adimparare dalla sua esperienza ". .