DA EXPO MILANO NO A PADIGLIONE DI TAIWAN

Roma, 27 nov. - Dall'Expo di Milano e' arrivato un secco no perTaiwan. Secondo funzionari di Taipei l'Italia ha rigettato larichiesta di Taiwan di poter montare il proprio padiglioneall'Esposizione Universale del prossimo anno. Il perche' e'presto detto: ad esporre saranno solo i Paesi membri dell'ONU,e Taiwan non lo e' piu' dal 1971, da quando cioe' Pechino hapreso il suo posto. Un passaggio che ha segnato ilriconoscimento da parte delle Nazioni Unite della RepubblicaPopolare di Cina a discapito di quella che Pechino considera"l'isola ribelle" da riannettere sotto la propria giurisdizionedopo che nel 1949 il governo del Guomindang, sconfitto daicomunisti, si rifugio' sull'isola proclamando la Repubblica diCina. Milano ha tuttavia invitato Taipei ad essere presente conun padiglione aziendale. Invito respinto in quanto poche delleattivita' di business dell'isola si sono mostrate favorevoli aviaggiare in Italia. Con il tema "Feeding the Planet, Energy for Life"all'Esposizione del 2015 prenderanno parte 144 Paesi, 3organizzazioni internazionali e 13 organizzazioninon-governative. Quattro anni fa, Taiwan partecipo'all'Esposizione Universale di Shanghai come entita' nongovernativa. .