D.: Vorrei esportate caffè tostato in Cina e vorrei sapere la procedura esatta da seguire. Quali sono i dazi? Come devono essere le etichette? Esistono agenzie di mediazione e una lista di importatori di prodotti alimentari cinesi?

R.: Purtroppo un database di aziende compatibili con la Sua richiesta non e' immediatamente disponibile. Tuttavia, siamo disponibili ad effettuare una ricerca ad hoc per la Sua azienda. Al fine di svolgere le attività di importazione dei prodotti alimentari in Cina, è necessario l'utilizzo di una società di export  o di un agente che siano qualificati presso l'Entry-Exit Inspection and Quarantine Bureau. Sostanzialmente esistono due passaggi fondamentali, il primo presso l'Entry-Exit Inspection and Quarantine Bureau che ha il compito di controllare che i prodotti alimentari importati siano conformi con la normativa cinese relativa all'importazione degli stessi nel territorio cinese. La procedura successiva è quella relativa allo sdoganamento dei prodotti alimentari importati sulla base di certificati di autorizzazione rilasciati dall'Entry-Exit Inspection and Quarantine Bureau.

I documenti richiesti sono:

1.certiicazione d'origine
2.campione della etichetta del prodotto
3.traduzione in cinese del contento della etichetta
4.documenti della quarantena d'Italia

Tariffa doganale di caffe' tostato: 15%
VAT di caffe' tostato:17%