Crepe su pavimento, chiude skywalk a 1.000 metri d'altezza

Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 8 ott. - Appena aperta, ha già chiuso la skywalk di Yuntaishan, nella provincia interna cinese dello Henan, dove un pannello di vetro di 68 metri è andato in frantumi provocando il panico tra i turisti. La decisione di chiudere temporaneamente la struttura è stata presa dalle autorità locali, dopo la frantumazione del pannello sbriciolatosi sotto i piedi degli avventori a oltre mille metri da terra. Le immagini del danno sono state trasmesse dalla Cctv, l'emittente televisiva cinese: il ponte di vetro era stato inaugurato solo pochi giorni fa, il 20 settembre, in tempo per accogliere i turisti della Golden Week, la settimana di festa nazionale che segue la data del 1 ottobre, anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese.

I commenti dei turisti terrorizzati sono comparsi su Weibo, il Twitter cinese, ma i gestori del ponte sospeso sul dirupo hanno rassicurato che il danno non comporterà rischi alla sicurezza: ad andare in pezzi è stata solo una sola delle lastre di vetro utilizzate per realizzare la struttura, che può sostenere fino a 800 chilogrammi per metro quadrato. L'incidente non è il primo nel suo genere e ricorda quello avvenuto nel novembre scorso alla skywalk sul Tamigi, costata un milione di sterline. Anche in quel caso, il ponte di vetro della Torre di Londra era stato chiuso pochi giorni dopo l'apertura per le crepe nella struttura provocate dal lancio di una bottiglia di birra. I ponti di vetro stanno diventando un'attrazione turistica sempre più popolare in Cina: sempre il mese scorso aveva aperto il ponte di vetro del parco di Shuniuzhai, ed entro fine anno ne aprirà un altro a poche centinaia di chilometri di distanza, a Zhangjiajie che, con i suoi 430 metri di lunghezza, diventerà il più lungo del mondo, sospeso a un'altezza di trecento metri


08 OTTOBRE 2015

 

Photo credit: Weibo

 

@Riproduzione riservata