CORSA ALL'ESTRAZIONE OFFSHORE

Nachino, 31 mag. - Varata nel Jiangsu la "Offshore Oil 201", laprima nave posa-condotte in Asia in grado di operare fino aduna profondita' di 3 mila metri. La nave, costruita dallaprivata RSHI Co., Ltd. (grande gruppo cinese che si occupaprincipalmente della realizzazione di attrezzature marittime)per China National Offshore Oil Corporation, e' anche il primostrumento di sollevamento (fino a 4 mila tonnellate) ad unacosi' grande profondita' in Asia. Lunga quasi 205 metri, larga39, ha una capacita' di stoccaggio di 9 mila tonnellate. "Unavolta in funzione, la nave potra' operare in tutte le areemarine del mondo ad eccezione del Polo Nord, ma le principaliaree operative saranno Cina, sud-est asiatico, Golfo delMessico, costa occidentale dell'Africa e Medio Oriente," haaffermato Chen Qiang, presidente di RSHI. Questo dimostra chel'industria navale cinese ha gia' ottenuto indipendenza nelcampo della ricerca e della competitivita' a livello mondiale.Al momento, il cuore della tecnologia estrattiva in alto maree' nelle mani di pochi paesi dell'Europa e dell'America, mentrelo sviluppo tecnologico della Cina nello stesso settore e'stato per lungo tempo soggetto a limitazioni qualitative estrutturali, rendendo le operazioni possibili solo fino a 300metri dalla costa. -