CONSUMI ENERGETICI A +5, 9% NEL 2010

Pechino, 28 feb. - Nel 2010 il consumo totale di energia inCina ha raggiunto i 3,25 miliardi di tonnellate di carboneequivalente (TCE) con un incremento del 5,9% rispetto alloscorso anno. Lo ha annunciato l'Istituto nazionale diStatistica che ha appena pubblicato il Rapporto statistico 2010sullo sviluppo economico e sociale del Paese. Il rapportofornisce in dettaglio l'aumento dei consumi relativi alloscorso anno: carbone +5,3%, greggio +12,9%, gas naturale+18,2%, energia elettrica +13,1%; mentre il consumo energeticoper unita' di Pil e' calato del 4,01%. Secondo la Commissioneper lo Sviluppo e le Riforme, la Cina e' il piu' grandeconsumatore al mondo di carbone, acciaio, ferro, alluminio,rame e cemento mentre e' al secondo posto per quanto riguardail consumo totale delle risorse energetiche. Lo scorso anno laCina ha importato 239 milioni di tonnellate di greggio, con unaumento del 17% su base annua che ha fatto salire di tre puntipercentuali il grado di dipendenza di petrolio dall'estero,superando il 55%, e facendo della Cina il secondo Paese almondo dopo gli Stati Uniti per importazione e consumo dipetrolio. In aggiunta, il rapporto rivela anche i consumirelativi alle principali materie prime e semilavorate: iconsumi dell'acciaio hanno raggiunto i 770 milioni ditonnellate (+12,4%); quelli di rame raffinato sono 7,92 milionidi tonnellate (+5,1%); quelli di alluminio elettroliticoequivalgono a 15,26 milioni di tonnellate (+6%); sono invecearrivati a 14,19 milioni di tonnellate i consumi di etilene(+32,3%) e a 18,6 milioni di tonnellate quelli di cemento(+14,5%). .