Con Alibaba per vendere on line a 423mln cinesi

Milano, 14 lug. - Vendere on line in Cina attraverso la piattaforma di Alibaba Group, grande marketplace online e mobile, che vanta gia' 423 milioni di consumatori cinesi presenti sulle piattaforme del Gruppo. Aice (Associazione Italiana Commercio Estero) ha presentato ai suoi associati questa nuova opportunita' di crescita per le aziende pronte ad esportare in Cina e nel Sud Est Asiatico. Durante il seminario 'Alibaba Group: E-commerce Gateway to China', sono state illustrate le possibilita' di entrare in uno dei maggiori mercati al mondo. Presente all'incontro anche Michele Scannavini, Presidente dell' Agenzia ICE. Il team di Alibaba Italia, guidato da Rodrigo Cipriani Foresio, ha presentato alle oltre 100 aziende presenti, due terzi delle quali appartenenti ai settori food, fashion e design, l'ecosistema di e-commerce in grado di supportare l'export delle medie e grandi imprese italiane sul mercato cinese offrendo loro l'opportunita' di vendere sulle diverse piattaforme del gruppo sia in ambito B2C (Tmall e Tmall Global) che B2B (Alibaba.com).

 

La strategia di globalizzazione di Alibaba, come e' stato spiegato, va in due direzioni: da un lato offrire ai consumatori cinesi gia' presenti sulle piattaforme del Gruppo la possibilita' di acquistare sempre piu' prodotti d'eccellenza del made in Italy, dall'altro incrementare il numero dei consumatori fino ad arrivare a 2 miliardi di acquirenti in tutto il mondo. Secondo un'analisi condotta da eMarketer nel 2016 piu' del 15% della popolazione cinese (circa 1,4 miliardi) e il 40% dei consumatori online acquistera' beni dall'estero sfruttando il crossborder e-commerce.

 

"Per la aziende italiane il confronto con i mercati esteri non puo' piu' essere considerato un'opzione, e' diventato una necessita' - ha commentato Claudio Rotti, Presidente Aice - abbiamo sempre guardato con molta attenzione al mercato cinese e oggi vogliamo aiutare le aziende italiane a cogliere l'opportunita' dell'e-commerce in Cina, dove la domanda di prodotti made in Italy e' in costante aumento". "Oggi i tempi sono maturi, e a dimostrarlo abbiamo sia il grande interesse delle aziende presenti che la quotidiana ricerca da parte dei nostri consumatori cinesi di prodotti e brand made in Italy - ha aggiunto Rodrigo Cipriani Foresio, Country Manager di Alibaba Italia e Sud Europa - Per questo l'Italia e' stato il primo Paese in assoluto in cui Alibaba e' approdato in Europa, e per questo il nostro team e' determinato ad offrire alle aziende locali tutti gli strumenti e il supporto possibile per cogliere le concrete opportunita' di crescita che il mercato offre".

 

La penetrazione nel mercato cinese mira a espandersi anche in settori fino adesso deboli, come quello del vino italiano, che al momento rappresenta solo il 5% in Cina. In questa ottica, Alibaba ha organizzato per il prossimo 9 settembre una promozione mondiale del vino su tutte le sue piattaforme.

 

14 LUGLIO 2016

 

@Riproduzione riservata