CNPC IN MIRINO REVISORI, UTILI GAS SOTTOSTIMATI DI 70 MLN

Pechino, 23 giu. - China National Petroleum Corporation e' tragli undici gruppi cinesi nel mirino dei revisori contabili. Iprofitti derivanti dalla vendita del gas nel 2012 sarebberosottostimati di 71,3 milioni di euro (603 milioni di yuan)secondo l'Ufficio Nazionale di Revisione Contabile cinese.L'ammanco nei conti del maggiore gruppo cinese dell'energia e'dovuto a "problemi in aree come il management interno eoperativo, e alcuni manager possono avere violato leggi eregolamenti", scrive l'uffici dei revisori sul suo sito web.Cnpc, inoltre, non avrebbe sviluppato, nella tempisticaprevista dal governo, un giacimento di gas nella provinciameridionale del Sichuan e avrebbe costruito senza i permessinecessari un magazzino di stoccaggio di gas al costo di 2,1miliardi di yuan (248,3 milioni di euro). Cnpc e PetroChina,l'unita' quotata del gruppo, hanno dichiarato in una notainviata allo Shanghai Stock Exchange, venerdi' scorso, di averecorretto i propri errori e minimizzato la questione, che "nonavra' un grande impatto" sulle operazioni del gruppo e suirisultati finanziari. Cnpc e PetroChina sono state al centro,nei mesi scorsi, di una lunga indagine anti-corruzione che hadecapitato i vertici aziendali, tra cui l'ex presidente diCnpc, Jiang Jiemin, e altri sei alti dirigenti, sia tra le filadi PetroChina che di Kunlun Energy, unita' del gruppo che sioccupa della distribuzione del gas. I risultati delle indaginisui conti di Cnpc si inseriscono in un'inchiesta piu' ampiadell'Ufficio Nazionale di Revisione Contabile cinese, che haportato alla scoperta di diverse irregolarita' nei libricontabili di undici grandi imprese di Stato. A riceverel'attenzione dei revisori dei conti cinesi anche un altrogigante dell'energia: la State Grid Corporation of China, ilmaggiore gruppo di distribuzione di energia elettrica in Cina.Secondo gli ultimi rilevamenti, al gruppo sarebberoriconducibili tangenti per 6,7 miliardi di yuan (792 milioni dieuro) per la realizzazione e la gestione delle linee ditrasmissione di energia elettrica trans-provinciali nel Paese. .