Cina: Ue deve proteggere imprese strategiche da takeover Pechino

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 27 dic - I Paesi dell'Unione europea devono proteggere i settori strategici controllando le acquisizioni delle imprese da parte di capitali stranieri, in particolare cinesi. E' quanto ha sostenuto il commissario europeo all'Industria, Antonio Tajani, in una intervista al quotidiano tedesco Handelsblatt. Antonio Tajani ha proposto di studiare "la messa in campo di una autorita' incaricata di esaminare gli investimenti stranieri in Europa" alla stregua del Comitato sugli investimenti stranieri negli Stati Uniti. "Le imprese cinesi che hanno i mezzi comprano sempre di piu' aziende europee che dispongono delle tecnologie chiave in alcuni importanti settori, tuttavia, dietro questo c'e' anche una strategia politica, alla quale l'Europa deve rispondere politicamente", ha spiegato il commissario europeo al quotidiano. La creazione di una autorita' permetterebbe di "sapere precisamente se le acquisizioni (di imprese) portatrici del 'saper fare' europeo da parte di imprese private o pubbliche straniere rappresentano un pericolo o meno", ha continuato Antonio Tajani. Negli ultimi anni alcune societa' cinesi hanno fatto diverse operazioni in Europa, come quella di Volvo da parte di Geely, ricorda il quotidiano, e la settimana scorsa la Cina si e' detta disponibile ad aiutare l'Europa comprando le obbligazioni di Stato emesse da Portogallo e Grecia.