Cina: think tank governativo taglia stime di crescita al 9, 4%


(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 11 ott - L'Accademia
Cinese delle Scienze Sociali (Cass), importante think tank
governativo, ha ridotto la stima della crescita della Cina
per il 2011 al 9,4% da una precedente previsione del 9,6%.
Lo riporta martedi' China Securites Journal, il quotidiano
cinese in lingua inglese. L'accademia ha attribuito il
rallentamento in parte alla intensa ristrutturazione
economica del paese che ha permesso all'economia di
dipendere meno stimolo del governo. Nel suo ultimo rapporto
sull'economia, il think tank prevede che gli investimenti in
immobilizzazioni cresceranno del 23,8% quest'anno e il
consumo del 17%. Le importazioni saliranno del 26,2% mentre
le esportazioni guadagneranno il 21,8%, causando una terza
contrazione consecutiva del surplus commerciale della Cina.
L'indice dei prezzi al consumo, l'indicatore piu' importante
per l'inflazione, e' stimato al 5,5% per l'anno, e al 4,6%
nel 2012, dice il rapporto. Il Prodotto interno lordo
secondo le previsioni della Cass aumentera' del 9,2% nel
2012, a condizione che il clima economico sia interno che
estero non peggiori.
Col-Mai-Y-


(RADIOCOR) 11-10-11 07:59:03 (0032)FE,CINA 3 NNNN