Cina: tagli previsti nei prezzi immobiliari ma outlook operatori stabile (Standard & Poor's)

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 11 ott - La bolla immobiliare c'e', ma il rientro non sara' drammatico: i grandi operatori cinesi del settore dovranno fronteggiare, nel prossimo anno, un calo dei prezzi di mercato degli immobili nelle grandi citta' per una percentuale valutabile attorno al 10% rispetto alle quotazioni attuali. Questa, almeno, e' la previsione del rapporto sul settore redatto da Standard & Poor's Ratings Services. Il taglio nei prezzi deriva dall'effetto congiunto delle misure antispeculative introdotte dal Governo e dall'abbondanza di immobili sfitti. Ciononostante la situazione finanziaria della maggior parte degli operatori, grazie alle vendite realizzate ad oggi, e' solida. Quindi, secondo S&P non ci sara' necessita' di svendere, e questo consentira' di ridurre la pressione sul mercato. Complessivamente l'outlook di una ventina di operatori esaminati da S&P resta stabile.