Cina: supera Banca Mondiale per prestiti a PVS

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 18 gen - I finanziamenti dalla Cina ai Paesi in via di sviluppo negli ultimi due anni sono stati superiori in volume a quelli erogati dalla Banca Mondiale, l'organismo internazionale preposto a questo genere di erogazioni. E' quanto rileva una ricerca condotta dal 'Financial Times', secondo il quale si tratta di un forte segnale delle ambizioni di Pechino in termini di penetrazione economica e di ricerca di fonti sicure di materie prime. Le cinesi China Development Bank (Cdb) e China Export-Import Bank (Eximbank) hanno sottoscritto prestiti per almeno 110 miliardi di dollari (82 miliardi di euro circa) a Governi e societa' di Pvs nel 2009 e nel 2010, mentre le societa' di finanziamento della Banca Mondiale (Ibrd e Ifc) hanno siglato impegni di prestito per circa 100,3 miliardi tra meta' 2008 e meta' 2010, che rappresenta comunque un nuovo massimo per l'organizzazione come risposta alla crisi finanziaria. Il volume degli impegni di finanziamento assunti dalla Cina dimostra come Pechino stia perseguendo nuovi modelli di globalizzazione come parte di una strategia globale per ridurre la propria dipendenza economica dai mercati all'export occidentali.