CINA SECONDA POTENZA MONDIALE

Tokyo, 14 feb. - Dopo 42 anni il Giappone cede il posto allaCina come seconda economia del mondo. E' il dato che emergedalle cifre rilasciate dall'Ufficio di Gabinetto giapponese cheha reso noto che il PIL del Paese e' calato dell'1,1% su baseannua nel quarto trimestre 2010. Tale calo, il primo da cinquetrimestri a questa parte, e' dovuto al crollo delleesportazioni insieme con la riduzione degli incentivigovernativi e a consumi piu' deboli. Prima dell'adattamento deiprezzi, il PIL nominale del Giappone aveva registrato un totaledi 5,474 miliardi di dollari, mentre quello della Cina e' statodi 5,878 miliardi di dollari. Kaoru Yosano, ministro giapponesedelle Politiche economiche e fiscali, ha dichiarato che ilPaese vuole approfondire i suoi "amichevoli e favorevoli"rapporti economici con la Cina. Secondo gli esperti, la scarsadomanda da parte dei mercati emergenti, soprattutto in Asia, ela forza dello yen nei confronti del dollaro degli ultimi 15anni, hanno pesato gravemente sulle esportazioni giapponesi.Glianalisti e i funzionari di governo prevedono comunque unacrescita del Paese nel trimestre gennaio-marzo, dal momento chel'economia degli Stati Uniti e la domanda di prodotti nipponicida parte di Usa e dei vicini Paesi asiatici hanno mostratosegnali positivi. Il calo dell'1,1 percento e' comunque piu'rincuorante delle previsioni fatte precedentemente daglieconomisti, che avevano preconizzato una contrazione del 2,1%.In ogni caso i consumi privati, che pesano per il 60%sull'economia giappionese, continuano ad essere fonte dipreoccupazione, scivolando a -0,7% rispetto allo stesso periododell'anno precedente dopo la fine, a settembre, degli incentivigovernativi per l'acquisto di auto a basso impatto ambientale.Molti analisti, infine, come quelli della Banca Mondiale edella Goldman Sachs, sostengono che nel 2025 la Cina potrebbesorpassare anche gli USA, diventando cosi' la prima economiadel mondo. .