Cina: "quantitative easing" aiuta Usa a evitare stagnazione "alla giapponese"

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 26 nov - In un'intervista alla televisione, Li Daokui, consgliere della Banca Centrale cinese e molto vicino alle posizioni del Governatore Zhou Xiaochuan, ha buttato nun po' di acqua sul fuoco delle polemiche contro la politica monetaria della Federal sottolineando come la massiccia immissione di moneta nelle banche statunitensi (quantiative easing) sia a mirata a evitare agli Stati Uniti la caduta in un cortocircuito di stagnazione come quello giapponese.
Li ha poi commentato le ultime decisioni di People's Bank avvertendo che i mercati devono attendersi un periodo di maggiore variabilita' dei tassi.