Cina: nuovi prestiti bancari pari a 926, 7 mld USD

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 11 gen - Il volume dei nuovi prestiti concessi dalle banche cinesi nel 2010 ammontano a 7.950 miliardi di yuan (926,7 miliardi di euro), superando l'obiettivo che Pechino aveva fissato per l'intero anno. Lo ha detto oggi la Banca centrale. Questo importo resta inferiore a quella dei nuovi prestiti concessi dalle banche cinesi nel 2009. Il governo, che intende limitare la crescita della massa monetaria, voleva non superare un volume di nuovi prestiti di 7.500 miliardi di yuan nel 2010. Per combattere l'inflazione e la speculazione immobiliare, la Banca centrale cinese ha alzato alla fine del 2010 il tasso base per due volte in meno di tre mesi. L'Istituto centrale ha inoltre alzato per sei volte nel 2010 il tasso sulla riserva obbligatoria. L'obiettivo di queste misure era quello di limitare l'aumento del volume di offerta di credito e denaro, che si e' espanso rapidamente negli ultimi due anni e ora genera inflazione.