Cina: nuove commesse estere industria costruzioni pari a 130 miliardi di dollari (2010)

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 13 gen - Il Ministero del Commercio ha pubblicato una serie di nuove linee guida e iniziative a supporto dell'industria cinese delle costruzioni nel mondo che, nel 2010, stando ai dati forniti, ha acquisito nuove commesse per 130 miliardi di dollari e ha realizzato un fatturato aggregato di 90 miliadi. L'iniziativa fa seguito a una missione esplorativa del Ministero presso 200 sedi diplomatiche (ambasciate e consolati) all'estero accompagnata dall'esame dettagliato delle operazioni di centinaia di contractor. L'azione del Ministero punta a migliorare i flussi informativi riguardanti le opportunita' aperte sui diversi mercati dall'azione diplomatica cinese, ma anche a evitare che il modo di operare delle societa' cinesi crei conflitti di interesse e ostilita' da parte degli operatori locali e della popolazione dei Paesi coinvolti. Le imprese cinesi infatti, operano spesso in modo totalmente autonomo, senza coinvolgere manodopera e fornitori locali nella realizzazione delle opere commissionate all'estero, e questo aspetto sta provocando, soprattutto in alcuni Paesi emergenti, crescenti critiche che danneggiano l'azione diplomatica di Pechino. La Cina invece punta proprio sulle realizzazioni effettuate dalle sue imprese nei diversi Paesi per promuovere la propria immagine nel mondo.